Scuola Brindisi 

Nasce a Brindisi “Azione Studentesca”

Nasce a Brindisi “Azione Studentesca”. A comunicarlo è lo stesso responsabile, Jacopo Sticchi. Di seguito la sua nota: Venerdí  23 settembre, data storica per tutt...

Nasce a Brindisi “Azione Studentesca”. A comunicarlo è lo stesso responsabile, Jacopo Sticchi. Di seguito la sua nota: Venerdí  23 settembre, data storica per tutti coloro che si riconoscono nell'Idea di una Nazione contraddistinta dall'onore e dall'amore patrio, abbiamo programmato con grande entusiasmo la nascita, sul territorio, di Azione Studentesca. A distanza di parecchi anni rinasce a Brindisi un movimento identitario rivolto agli studenti. Azione Studentesca nasce dal basso, grazie alla volontà dei militanti, e con una propria autonomia ed indipendenza politica e culturale, che sappia difendere i diritti nell'interesse dell'identità Nazionale, della Socialità e della Tradizione. È una reale alternativa per tutti gli studenti che non si riconoscono negli attuali movimenti e non si sentono rappresentati da essi , nè dai loro modi di pensare ed agire.  A questi oggi, noi diamo finalmente la possibilità di poter abbracciare e condividere, attraverso l'aggregazione e la militanza, quelli che sono i nostri valori a difesa dell'identità.  Il simbolo della croce bretone tornerà ad accompagnare le rivendicazioni di quel mondo studentesco che non si riconosce nella 'buona scuola' di Renzi e nell'egemonia post sessantottina, che vuole mettere a tacere la vitalità delle idee, provocando inevitabilmente un declino di valori che attanaglia l'Italia e l'Europa intera. Alle spalle, infatti, abbiamo una civiltà di 2000 anni, quella delle legioni di Roma e dei miti greci, dell'aratro e della spada, e non possiamo permettere a nessuno di cancellarla o di sostituirla tramite imposizioni ed 'aggressioni' dettate dalle lobby e dai poteri forti, che oggi giorno sono costituite dalla teoria Gender e dal piano Kalergi, meglio conosciuto come 'grande sostituzione di massa dei  popoli’. Abbiamo una storia e una terra, apparteniamo ad un popolo e ad una Nazione, che spesso, a partire dal dopoguerra e passando attraverso la prima e seconda repubblica, ha svenduto l'onore in cambio di subdoli interessi. Siamo l'Europa delle identità e delle patrie, della famiglia naturale, dello spirito e delle tradizioni. La scuola deve trasmetterci dunque la fierezza di essere italiani e deve renderci orgogliosi di appartenere a tutto questo affinché possiamo difendere ciò che abbiamo imparato ad amare. Entra in Azione!".  

Potrebbeinteressarti

Scuola e mezzi pubblici, in Prefettura si pensa di risolvere con il doppio turno in entrata e uscita (uno solo per chi abita in provincia)

Dopo un ampio confronto e d’intesa con le aziende di trasporto, l’Ufficio Scolastico Provinciale ed i Dirigenti degli Ambiti Br 11 e Br 12 si è deciso di lavorare su una ipotesi di raccordo che preveda il doppio turno in ingresso ed in uscita, in parte attenuato con alcuni accorgimenti che consentano di non protrarre di molto la presenza a scuola delle ore pomeridiane


Vaccinazioni terminate nelle scuole brindisine, adesione quasi totale

La scuola brindisina festeggia la vaccinazione quasi totale del personale (con qualche defezione inevitabile dovuta alla cattiva pubblicità che si è fatto il vaccino Astrazeneca e alle paure di rarissimi casi di trombosi che potrebbero avere un collegamento con l'inoculazione delle dosi), mentre prosegue la campagna di vaccinazione anti-Covid 19 di massa in Italia, nonostante i ritardi dovuti ad alcune mancate consegne delle dosi.

Esami di stato solo orali anche quest?anno: il dubbio della presenza

Il Ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, ha deciso: l'esame conclusivo di scuola media e scuola superiore sarà soltanto orale. C'è ancora un dubbio da chiarire: gli alunni verranno esaminati in presenza o da casa? Sarà la curva pandemica a decidere! Ma a giugno ci auguriamo che anche la terza ondata si sia spenta definitivamente