Scuola Brindisi 

Giuliano: "Aiutateci a realizzare un Campus scolastico nella Cittadella della Ricerca"

«Aiutateci a realizzare un Campus scolastico innovativo riqualificando la Cittadella della Ricerca di Brindisi». Questo è l'appello lanciato dal preside dell'Itis Ettore Majora...

«Aiutateci a realizzare un Campus scolastico innovativo riqualificando la Cittadella della Ricerca di Brindisi». Questo è l'appello lanciato dal preside dell'Itis Ettore Majorana di Brindisi, Salvatore Giuliano, alla politica e alle istituzioni del territorio, affinché si impegnino a non diserdere il patrimonio potenziale e mai completamente espresso della Cittadella della Ricerca. Giuliano, allo scopo, ha scritto una lettera aperta a tutti gli attori interessati alla vicenda, che riportiamo di seguito in maniera integrale. «Aiutateci a realizzare un Campus scolastico innovativo riqualificando la Cittadella della Ricerca di Brindisi. Vogliamo utilizzarla per il Majorana di Brindisi. La struttura è dotata di: auditorium da 650 posti, mensa, foresteria con 87 camere, aule, uffici, fermata del treno, campi sportivi, laboratori, collegamenti con autobus. Attualmente la struttura è inutilizzata. Bastano pochissime risorse. Condividete l'appello. MOTIVAZIONI  INNOVAZIONE La crescita della popolazione scolastica registrata dall’IISS Majorana di Brindisi negli ultimi anni ha portato la popolazione scolastica da circa 600 alunni del 2009 ai circa 1300 alunni nel 2016. Tale crescita è giustificata dalle notevoli innovazioni metodologico didattiche basate anche sulle tecnologie didattiche. Il Majorana di Brindisi è annoverata tra le istituzioni scolastiche più innovative del sistema educativo italiano. L’attuale sede scolastica, organizzata su un edificio di 5 piani, non consente la presenza di tutti gli alunni e impedisce nuove forme di ricerca e innovazione. RIDUZIONE DEI COSTI L’edificio scolastico attualmente utilizzato dal Majorana di Brindisi è un edificio non di proprietà dell’amministrazione provinciale di Brindisi e per il quale l’amministrazione versa un canone di locazione di circa 300mila euro annui. Al contempo il trasferimento consentirebbe di fruire delle strutture inutilizzate della Cittadella della Ricerca. La Provincia di Brindisi, proprietaria delle strutture presso la cittadella della ricerca ha fornito ampia disponibilità all’utilizzo delle stesse. Anche la Regione Puglia valuta positivamente tale possibilità. NUOVO CONCETTO L’idea di dare origine ad un campus scolastico innovativo con la presenza in loco di centri di ricerca e università consentirà maggiori opportunità in termini di alternanza scuola lavoro, orientamento, crediti universitari, offerta formativa, successo scolastico e miglioramento degli esiti a distanza degli alunni. Si darebbe avvio ad un nuovo concetto di sistema educativo fra i più innovativi al mondo in grado di dare risposte concrete alle nuove professioni del futuro. Aiutateci a realizzare questa nuova sfida per consentire la creazione di un campus scolastico fra i più innovativi al mondo che possa essere da modello per la sperimentazione di nuovi spazi e tempi di apprendimento e possa al contempo rappresentare una sfida per la sperimentazione di nuovi modelli educativi che consentano il maggior successo degli studenti. Aiutateci a realizzare i sogni delle future generazioni».

Potrebbeinteressarti

Scuola e mezzi pubblici, in Prefettura si pensa di risolvere con il doppio turno in entrata e uscita (uno solo per chi abita in provincia)

Dopo un ampio confronto e d’intesa con le aziende di trasporto, l’Ufficio Scolastico Provinciale ed i Dirigenti degli Ambiti Br 11 e Br 12 si è deciso di lavorare su una ipotesi di raccordo che preveda il doppio turno in ingresso ed in uscita, in parte attenuato con alcuni accorgimenti che consentano di non protrarre di molto la presenza a scuola delle ore pomeridiane


Vaccinazioni terminate nelle scuole brindisine, adesione quasi totale

La scuola brindisina festeggia la vaccinazione quasi totale del personale (con qualche defezione inevitabile dovuta alla cattiva pubblicità che si è fatto il vaccino Astrazeneca e alle paure di rarissimi casi di trombosi che potrebbero avere un collegamento con l'inoculazione delle dosi), mentre prosegue la campagna di vaccinazione anti-Covid 19 di massa in Italia, nonostante i ritardi dovuti ad alcune mancate consegne delle dosi.

Esami di stato solo orali anche quest?anno: il dubbio della presenza

Il Ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, ha deciso: l'esame conclusivo di scuola media e scuola superiore sarà soltanto orale. C'è ancora un dubbio da chiarire: gli alunni verranno esaminati in presenza o da casa? Sarà la curva pandemica a decidere! Ma a giugno ci auguriamo che anche la terza ondata si sia spenta definitivamente