Sanità Fasano 

Nuovo allarme covid a Fasano: con la RSSA quasi 200 contagi. Chiudono le scuole

FASANO - Il sindaco Francesco Zaccaria in serata ha comunicato i dati ufficiali sulla situazione Covid a Fasano appena ricevuti dalle autorità preposte. Al momento i cittadini positivi al virus sono ...

FASANO - Il sindaco Francesco Zaccaria in serata ha comunicato i dati ufficiali sulla situazione Covid a Fasano appena ricevuti dalle autorità preposte. Al momento i cittadini positivi al virus sono 155. A questi vanno aggiunti i 42 casi della Rssa «Sancta Maria Regina Pacis» (32 anziani e 10 componenti dello staff sanitario). "Insieme ad altri 9 sindaci del territorio ho chiesto ad Asl e Sisp conferme ufficiali sulla presunta presenza di casi di variante Uk del Covid anche a Fasano, come preannunciato domenica da alcuni organi di stampa, ma non ho ancora ricevuto nessuna conferma in merito - spiega il sindaco Francesco Zaccaria-

Alla luce dei nuovi dati, d’intesa con i dirigenti scolastici della città, che ringrazio, ho emanato un’ordinanza di sospensione della didattica in presenza per le scuole superiori e le scuole medie da giovedì 18 a sabato 27 febbraio. Sarà garantita la didattica a distanza. Per le scuole Elementari e la scuola dell’Infanzia le lezioni continuano in presenza. Ricordiamo che i dirigenti scolastici possono autorizzare la didattica a distanza per le scuole elementari così come previsto dall’ordinanza regionale. Inoltre, continuano i controlli anti assembramento in accordo e in collaborazione con Polizia Locale, Carabinieri e Guardia di Finanza. Ieri, diverse attività di pattugliamento sono state effettuate in via san Francesco, via Carlo Alberto e via Collodi: sono stati effettuati 16 interventi e sono state elevate due sanzioni. L’invito a tutti è di stare tranquilli: i numeri sono in aumento, è vero, come sta accadendo in tanti altri Comuni della Puglia. Ce lo aspettavamo e non dobbiamo perdere la calma.

Anzi, questi dati devono spingerci ad avere ancora più accortezza e più precauzione. Conosciamo tutti ormai a memoria le regole da rispettare, ma sottolinearne l’importanza non fa mai male: serve a ricordare a noi stessi che non è arrivato il momento di abbassare la guardia. Per questo vi invito, come ripeto ogni giorno, a indossare sempre la mascherina su naso e bocca, a igienizzare spesso le mani e a mantenere il distanziamento fisico. L’attività di monitoraggio del territorio continuerà nei prossimi giorni in maniera puntuale e capillare, ma conto sul vostro senso di responsabilità affinché a prevalere sia il buon senso di ciascuno di noi: rispettiamo le norme, perché solo collaborando tutti insieme potremo lasciarci alle spalle il prima possibile questa pandemia. Ringrazio tutti voi per la responsabilità dimostrata finora: il primo vaccino è quello della collaborazione nel rispetto della salute di ciascuno di noi".

Potrebbeinteressarti