Politica Brindisi 

Il centrodestra si riprende Brindisi: vince Marchionna, l’ex sindaco. Lanzillotti a Carovigno

Con il 53,99% delle preferenze, pari a 16.814 voti Giuseppe Marchionna torna a essere sindaco di Brindisi. Il sindaco di Carovigno è nuovamente Massimo Lanzillotti, con il 56,16% (5.184 voti),

BRINDISI - Con il 53,99% delle preferenze, pari a 16.814 voti Giuseppe Marchionna torna a essere sindaco. Lui che si era rifugiato nella scrittura e che veniva ricordato come il sindaco dell’accoglienza ai tempi degli sbarchi albanesi. Roberto Fusco non è andato oltre il 46,01%. Gli è costata cara la spaccatura con il sindaco uscente Riccardo Rossi, che ha totalizzato il 10% al primo turno, ma che avrebbe potuto fare la differenza al ballottaggio.

Il candidato sostenuto dal Pd e dal Movimento 5 Stelle non è riuscito a superare il secondo turno. Per il centrodestra un grande riscatto: Brindisi è una città politicamente strategica sul piano regionale.


I COMMENTI A CALDO 


Brindisi volta pagina ed è una pagina di cambiamento non solo per la città, ma per la Puglia - scrive il coordinatore provinciale e consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Luigi Caroli - La vittoria del nuovo sindaco Pino Marchionna è la vittoria di un centrodestra che ha saputo mettere a parte dissidi e polemiche per marciare unito e dare ai brindisini un programma che possa rimettere in moto una città fermato dai tanti NO ideologici e dannosi dell’Amministrazione precedente.

“Un grazie e un augurio particolari voglio riservarlo a tutti i candidati di Fratelli d’Italia che hanno portato a casa un risultato molto lusinghiero alla lista (10,1%) consentendo l’elezione di 5 consiglieri comunali. “Ora subito al lavoro per dare a Brindisi il governo che si merita”. 


Ci congratuliamo con il neo Sindaco Pino Marchionna per la sua vittoria e con tutti i consiglieri risultati eletti. portiamo il nostro augurio di buon lavoro esclusivamente nell’interesse dell’intera comunità brindisina - scrivono i responsabili del Pd brindisino - 

Ringraziamo Roberto Fusco che ha accettato la sfida consapevole delle difficoltà con spirito di sacrificio e si è contraddistinto per correttezza e rispetto.

Ringraziamo tutti i nostri sostenitori che, con entusiasmo e passione hanno portato il Partito Democratico ad essere la prima forza politica di Brindisi dopo più di dieci anni.

Per questo sentiamo forte tutta la responsabilità del ruolo di controllo che l’elettorato ci ha consegnato e che svolgeremo con rispetto e responsabilità. 

Saremo determinati e attenti nel vigilare sulla corretta attuazione di tutti i programmi frutto dei 5 anni di lavoro e per i quali il gruppo uscente del Partito Democratico, sia in giunta che in consiglio comunale, è stato determinante. 

Per il Partito Democratico di Brindisi inizia adesso un nuovo percorso in cui saranno protagonisti tutti gli iscritti e tutti coloro che hanno consentito un risultato di lista contro ogni pronostico”.


Esulta il deputato di Forza Italia, Vito De Palma. 

A Brindisi, con l’elezione di Pino Marchionna, il centrodestra ha portato a casa un risultato straordinario che conferma la bontà della nostra proposta politica. Complimenti a tutti, ma soprattutto a Forza Italia e al nostro commissario regionale, l’on Mauro D’Attis, che ha fortemente creduto in questo progetto ed è stato in prima linea per tutta la campagna elettorale. Auguri ai brindisini che avranno un ottimo sindaco, capace e competente, che potrà godere sul supporto del governo nazionale per le azioni che intraprenderà per rilanciare l’economia e l’occupazione nel suo territorio”. 


IL BALLOTTAGGIO A CAROVIGNO 


Il sindaco di Carovigno è nuovamente Massimo Lanzillotti, con il 56,16% (5.184 voti), che ha superato al ballottaggio Massimo Radisi, fermo al 44,84% (4047 voti). Dopo due lunghi anni di gestione commissariale, Carovigno può tornare alla normalità: gli elettori hanno puntato sull’esperienza. Come a Brindisi, tutto è iniziato con una corsa a 4: ora, il doppio turno elettorale, restituisce un sindaco forte e stabile.  

Potrebbeinteressarti