Politica Brindisi 

Fine vita, Amati: “È nel programma del PD nazionale, ma in Puglia si dice no. Ecco perché arranchiamo, puniti per atteggiamenti salottieri”

La legge sul fine vita è parte del programma del PD per le prossime elezioni politiche, ma in Puglia si perde tempo nonostante ci sia un testo già pronto per l’esame del Consiglio regionale

La legge sul fine vita è parte del programma del PD per le prossime elezioni politiche, ma in Puglia si perde tempo nonostante ci sia un testo già pronto per l’esame del Consiglio regionale. Ecco perché poi si arranca alle urne, puniti per atteggiamenti salottieri e lontani dalla realtà, con i cittadini che si chiedono perché promettere le cose per domani se si potrebbero in parte fare già oggi?”. Lo dichiara il Presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione Fabiano Amati.  “C’è una sentenza della Corte costituzionale da eseguire; c’è un testo già pronto per l’esame del Consiglio regionale; c’è un mondo di dolore e sofferenza in attesa di risposta. E in tutto questo c’è un Partito Democratico a due facce: quello nazionale con un giusto programma centrato sulla promessa elettorale di una legge sul fine vita e un Presidente della Regione, con relativa maggioranza, restio ad approvare con urgenza una proposta di legge coerente con il programma del PD, nonostante scalpitino per ottenere posti nelle liste bloccate del PD.

Questo è il segno di una politica non accordata con i cittadini e ridotta a un grande gioco di società. 

E siccome c’è ancora tempo per farlo al più presto, rinnovo l’appello a convocare il Consiglio regionale ed esaminare il testo, poiché il dolore delle persone non è secondario alle nostre vacanze o al gran daffare per le prossime elezioni”.

Potrebbeinteressarti