Politica Brindisi 

La ministra Carfagna a Brindisi per il Contratto Istituzionale di Sviluppo della costa adriatica: milioni di euro per progetti di sviluppo

Il 28 giugno sarà una giornata storica per lo sviluppo della Puglia: il ministro Carfagna, infatti, ha convocato alle ore 16.00, nella Prefettura di Brindisi, il tavolo istituzionale per l’approvazione e la sottoscrizione del Contratto Istituzionale di Sviluppo della costa adriatica

BRINDISI - Il 28 giugno sarà una giornata storica per lo sviluppo della Puglia: il ministro Carfagna, infatti, ha convocato alle ore 16.00, nella Prefettura di Brindisi, il tavolo istituzionale per l’approvazione e la sottoscrizione del Contratto Istituzionale di Sviluppo della costa adriatica. Lo annuncia il parlamentare forzista Mauro D’Attis: “Saranno presenti tutti i sindaci dei Comuni del litorale adriatico delle province di Brindisi e Lecce (compresi i capoluoghi). Il ministro, quindi, è stato di parola e per la prima volta si procederà con uno strumento innovativo e strategico, in grado di dare un felice impulso all’economia della nostra Regione, con particolare riguardo allo sviluppo del turismo e della ricettività delle province di Brindisi e Lecce. Sarà, pertanto, un passaggio importante. Sono contento perché inizia ad emergere il lavoro svolto in questi mesi, rappresentando il territorio”. Ci sono diversi progetti in campo per Brindisi. 

Esprime entusiasmo anche l’assessore allo Sviluppo Economico, Alessandro Delli Noci: “ L’approvazione del CIS non è solo una buona notizia per l’intero Salento - dal nord di Brindisi al sud Salento - è un momento storico che consentirà di avere tutte le risorse indispensabili per ripensare il territorio, per puntare veramente su quella vocazione turistico culturale che, se si fonda solo sulle bellezze paesaggistiche e sul patrimonio ereditato, non può decollare. Ora invece possiamo farlo, possiamo decollare riqualificando l’intero tratto costiero, che abbiamo il dovere di tutelare e di rigenerare con servizi adeguati. 

Oggi raccogliamo i frutti di un lavoro lungo, partito nel 2018 insieme al sindaco di Lecce, Carlo Salvemini e frutto della nostra comune visione, quella che ha messo al centro la rigenerazione dei paesaggi costieri, le marine e la loro valorizzazione”.


Potrebbeinteressarti