Politica Brindisi 

Brindisi fa un passo avanti col PEBA per eliminare tutte le barriere architettoniche

Per una città senza barriere architettoniche è previsto un percorso partecipato a cui sono invitati associazioni e cittadini interessati che partirà il prossimo 15 Ottobre ore 17:00 con un incontro pubblico presso Palazzo Guerrieri

Il Comune di Brindisi si sta dotando del PEBA, il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, uno strumento di analisi e pianificazione che permetterà di mappare e classificare le diverse tipologie di ostacoli e barriere e stabilire le strategie per il loro superamento. Lamministrazione comunale è impegnata con gli assessorati Lavori pubblici e Trasporti e Servizi sociali, rispettivamente, di Elena Tiziana Brigante ed Isabella Lettori.  

Sono tantissime le persone che incontrano problemi di accessibilità agli edifici pubblici o agli spazi della nostra città: i disabili, gli ipo e non vedenti e, in generale, le persone appartenenti alle categorie deboli, le persone anziane o le mamme con carrozzine e passeggini. 

Brindisi è una città che presenta una serie di barriere ed ostacoli sia negli edifici aperti al pubblico sia lungo le strade: mancanza di ascensori, accessi e marciapiedi senza rampe, impossibilità di parcheggio, fermate dei mezzi pubblici non attrezzate, ostacoli che bloccano il passaggio (paletti, cestini, arredo urbano posizionato in modo non corretto). 

La mappatura è la base per un vero e proprio piano di intervento e il PEBA determinerà la pianificazione e la programmazione degli interventi per costruire una città pienamente accessibile. 

Le città infatti stanno finalmente riscoprendo i vantaggi di progettare luoghi e strade vivibili che bilancino i bisogni di tutti gli utenti; la risoluzione degli ostacoli e leliminazione delle barriere architettoniche migliora laccessibilità di tutti favorendo il camminare, la socialità, le relazioni e le attività economiche. 

È previsto un percorso partecipato a cui sono invitati associazioni e cittadini interessati che partirà il prossimo 15 Ottobre ore 17:00 con un incontro pubblico presso Palazzo Guerrieri; saranno illustrati metodologia, criteri e modalità per inviare segnalazioni e suggerimenti anche attraverso un questionario ed una specifica WebApp. 

Associazioni e cittadini sono invitati a dare il loro contributo. Si richiede ad ogni realtà associativa di partecipare con un solo rappresentante per garantire il rispetto delle norme anti Covid.

Si potrà accedere solo in possesso di green pass.


Potrebbeinteressarti

Infrastrutture portuali, attacco a Rossi, D’Attis: “Scopra le carte”

“A Brindisi è giunta l’ora di scoprire le carte e di contarsi ed è arrivato il momento che il Sindaco Rossi dica da che parte sta: se sta dalla parte di chi, come noi, lavora per il potenziamento delle infrastrutture portuali, oppure se ha abbracciato la causa di chi vorrebbe frenarne lo sviluppo”. Così il commissario regionale di Forza Italia, l’on Mauro D’Attis.