Economia e lavoro Brindisi 

Le Viceministra Teresa Bellanova incontra i vertici Enav: salvaguardare i lavoratori e la centralità di Brindisi

Aperto un tavolo tecnico per approfondire e monitorare il progetto di riorganizzazione

“Siamo consapevoli che la riorganizzazione in atto su cui è impegnata Enav si inquadra nel più ampio quadro regolamentare e strategico europeo, verso una maggiore efficacia e sostenibilità dei servizi, imperniata su digitalizzazione e remotizzazione. La società, che rappresenta una eccellenza industriale italiana, non può che prestarvi massima attenzione, protesa – come giustamente è – al progressivo innalzamento dei propri livelli qualitativi e di efficienza. 
Per questo riteniamo opportuno l’insediamento di un Tavolo tecnico dove poter approfondire puntualmente, insieme alle nostre strutture, il progetto del Nuovo modello tecnico operativo, seguendo il processo di costruzione e monitorandone l’attuazione. Contestualmente, ferma restando la condivisione sugli obiettivi di una maggiore qualità che la riorganizzazione intende perseguire, riteniamo necessario fin da ora ribadire la necessità di tutela e salvaguardia degli attuali livelli occupazionali, fugando già fin d’ora ogni possibile timore rispetto al futuro dei lavoratori e in particolare del Centro di Controllo di Brindisi”.

Così la Viceministra Teresa Bellanova che stamane, affiancata dal Direttore generale Costantino Fiorillo, ha incontrato il vertice Enav, l’Amministratore delegato Paolo Simioni e il Direttore HR Cesare Stefano Ranieri.

Era stata la stessa Bellanova nelle scorse settimane, come si ricorderà, a sollecitare l’incontro odierno con una lettera ad Enav in cui, facendo riferimento al programma  di riorganizzazione dei servizi operativi di controllo, sottolineava la necessità di informazioni puntuali e dettagliate sulla centralizzazione delle funzioni nei centri di Roma e Milano, e le eventuali ripercussioni anche sul Centro di controllo dell’Area di Brindisi che, scriveva Bellanova, “stando a quanto riferisce l’Ente sarebbe riqualificato in Hub per la gestione delle Torri digitali di controllo da remoto, diventando così uno tra i primi in Europa”.
Nel corso dell’incontro, definito “proficuo e cordiale”, la viceministra Teresa Bellanova ha poi voluto sottolineare: “Oggi si avvia una fase importante di confronto nel merito del processo in atto”.

Potrebbeinteressarti

Emiliano decide di seguire l’esempio di Brindisi: ordinanza anticaldo in tutta la Puglia. Intanto la procura indaga sulla morte del 27 enne al ritorno dai campi

Morire di lavoro e di caldo non è qualcosa che appartiene ai secoli scorsi: continua a succedere. I comuni come Brindisi, che hanno molti braccianti al lavoro nei campi, per la raccolta delle angurie, delle patate, dei pomodori e di tanto altro, sono intervenuti per vietare il lavoro nelle ore più calde. Ora si è mossa anche la regione con una nuova ordinanza