Politica Brindisi 

Conclusi i lavori nell’aeroporto di Brindisi: si riparte. Pista più sicura e moderna

Finalmente a Brindisi si torna a volare: l’aeroporto è stato chiuso per circa 20 giorni. Adesso ci vogliono più voli.

BRINDISI - Si sono conclusi i lavori presso l'aeroporto di Brindisi per il miglioramento della pista, per renderla più sicura, moderna e sostenibile. Dopo circa 20 giorni di chiusura si riparte. Adesso tutto il Salento a bisogno che si investa di più su questo aeroporto: ci vogliono più voli e più collegamenti, dopo il drammatico periodo pandemico in zona rossa e arancione. La partita dello sviluppo turistico si gioca soprattutto sui collegamenti. Brindisi ha un ruolo strategico per la rinascita economica. Dopo la chiusura del 20 aprile e la riapertura del 12 maggio, ci si aspetta un investimento maggiore sui voli. Per migliorare la pista sono stati spesi 11 milioni: i benefici saranno tanti. 

“Ora ci sono le condizioni per innalzare il cono di atterraggio, questo consentirà di accrescere l'accessibilità del nostro porto, nel quale potranno transitare navi di grandi dimensioni - riflette Riccardo Rossi - Anche l'amministrazione comunale ha fatto la sua parte con la concessione dell'area di propria pertinenza, funzionale all'efficientamento dell'infrastruttura. L'augurio è che si possa tornare presto alla normalità e a viaggiare. Ringraziamo Aeroporti di Puglia, il presidente Tiziano Onesti e il direttore generale Marco Catamarò per l'importante risultato raggiunto. Ancora una volta vengono smentite tutte le Cassandre che raccontavano la storia dell'improbabile realizzazione dei lavori nei tempi previsti.  Buona ripartenza al nostro aeroporto!”. 

Potrebbeinteressarti


Brindisi scelta per il percorso di alta specializzazione di Costa Crociere

BRINDISI - Al via una nuova collaborazione tra Costa Crociere, Fondazione ITS regionale per l’Industria dell’Ospitalità e del Turismo Allargato e il Comune di Brindisi per la realizzazione di un corso ITS finalizzato al rilascio del Diploma (5° Livello EQF ai sensi del DPCM 25.01.2008) di Tecnico Superiore per la gestione di strutture turistico-ricettive e a ricoprire il ruolo di Culinary and Management Specialist on board