Musica Brindisi 

Venerdì 27 agosto, alle 21.30, approda in piazza Sottile-De Falco a Brindisi il concerto dal titolo «David&Maceo»

Torna la musica di «Made in Brindisi», la rassegna organizzata dagli artisti della città

BRINDISI - Torna la musica di «Made in Brindisi», la rassegna organizzata dagli artisti della città, promossa e sostenuta dall’Amministrazione comunaleVenerdì 27 agosto - inizio ore 21.30 - approda in piazza Sottile-De Falco a Brindisi il concerto dal titolo «David&Maceo»: protagonista un quintetto formato da Giuseppe Albertini al sax alto, Cosimo Romano al basso, Cristian Martina alla batteria, Massimo Dastore alla chitarra e Michele Maggio alle tastiere. Un omaggio a due grandi del sax moderno: David Sanborn e Maceo Parker. Due stili differenti, funky Sanborn e soul Parker, ma con in comune la capacità di ritagliarsi un ruolo di assoluto protagonismo nella storia della musica.

 

David Sanborn è un leggendario sassofonista che ha avuto un grande impatto sulla musica di oggi: dai toni morbidi di Young Americans di David Bowie, ai suoi 26 album di successo, ai sei Grammy vinti grazie alla infinita e inconfondibile creatività musicale. Giunto alla musica e al sassofono su suggerimento dei medici, per migliorare la respirazione dopo aver contratto la poliomielite, Sanborn è attivo come professionista dalla fine dei Sessanta. A dispetto della sua musica più nota e di facile approccio (d’altra parte ha ufficialmente rifiutato il termine smooth jazz, cioè il jazz “leggero” e di sottofondo), ha studiato con esponenti dell’avanguardia come Roscoe Mitchell e Julius Hemphill, ha collaborato con il collega di strumento Tim Berne, mentre nel suo disco Another Hand del 1991 è attorniato da interpreti come Bill FrisellCharlie HadenMarc RibotJack DeJohnette. L’album Taking off del 1975 ha rappresentato il trampolino di lancio per una carriera di grande successo commerciale e collaborazioni con stars del pop come Paul Simon, il già citato David BowieSteve Wonder e Steely Dan.

 

Maceo Parker è un’icona del soul-sax. Il suo sassofono contralto - ma anche la sua voce - è un fiume in piena che non smette di mettersi in gioco e sfociare nel mare delle contaminazioni. L’artista ha militato al fianco di “Mr. Dynamite” in più occasioni, contribuendo a pietre miliari della musica nera come Papa’s Got A Brand New Bag e Cold Sweat, formando con l’altro sassofonista Pee Wee Ellis e il trombonista Fred Wesley una formidabile sezione fiati, battezzata JB’s HornsA partire dalla collaborazione con James Brown, il suo stile al sassofono lo ha distinto con chiarezza da qualsiasi sonorità mainstream: originale, preciso e senza sovrastrutture. Oltre alla collaborazione con Brown, meritano menzione anche quella con George Clinton e quella con Prince, durata a lungo. Dai Novanta Maceo Parker ha improntato la sua crescita sulla carriera solista, affermandosi come uno degli artisti più apprezzati dal vivo a livello mondiale. Ma nell’arco della sua brillante carriera ha anche collaborato con Ray CharlesKeith Richards dei Rolling Stones, con i cantautori James Taylor e con i Red Hot Chili Peppers

 

A partire dal 6 agosto 2021, la partecipazione agli spettacoli, anche all’aperto, è subordinata al possesso di una delle certificazioni verdi Covid-19 (green pass), DL 23 luglio 2021, n. 105. L’osservanza delle misure per il contenimento e diffusione del contagio da Covid-19 è finalizzata a garantire la salute e la sicurezza di artisti e spettatori. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

Per maggiori informazioni su come ottenere la certificazione verde Covid-19 consultare la pagina:

https://www.sanita.puglia.it/certificazione-verde-covid-19.

Potrebbeinteressarti

Grande appuntamento con la musica al Verdi: Euphonia, concerto di Eugenio Finardi con Casarano e Signorile

Ha per titolo «Euphonia» ed è il concerto che Eugenio Finardi, uno dei cantautori che ha scritto un pezzo di storia della musica italiana, porterà in scena giovedì 11 novembre, con inizio alle ore 20.30, al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi. Al suo fianco Raffaele Casarano, uno dei sassofonisti più in vista della scena jazz nazionale e internazionale, e al pianoforte di Mirko Signorile, un altro talento da esportazione del jazz made in Puglia