Economia e lavoro Fasano 

Agenda per il lavoro a Fasano: istituzioni e cittadini uniscono le idee per “condividere il futuro”. Le risorse: 7 miliardi per creare sviluppo

Una rete istituzionale di scuole, università, imprenditori e istituzioni viene costruita anche in provincia di Brindisi per “condividere il futuro”: è l’Agenda del Lavoro della Regione Puglia

Una rete istituzionale di scuole, università, imprenditori e istituzioni viene costruita anche in provincia di Brindisi per “condividere il futuro”, come ha spiegato la dirigente del Dipartimento Politiche per il Lavoro della Regione Puglia, Silvia Pellegrini. Dopo 9 appuntamenti complessivi (3 nella seconda fase) si raccolgono le prime idee. “In campo ci sono 7 miliardi da riversare sui territori pugliesi per sviluppare idee che creino nuove opportunità di lavoro” - chiarisce la responsabile regionale. L’assessore al Lavoro della Regione Puglia, Sebastiano Leo, che oggi era in collegamento, ha spiegato più volte che l’obiettivo è utilizzare i fondi regionali con concretezza, pensando a bandi mirati. Oggi, mercoledì 29 giugno, dalle ore 9:30, nella Masseria Notarangelo a Fasano si è tenuta la terza tappa di Agenda per il Lavoro della Regione Puglia, a cura di Apulia Libera Università, Fortis Member del Parco Culturale Gruppo Fortis, sede accreditata per il coworking, con l’organizzazione di tre tavoli tecnici che hanno messo al centro i seguenti temi: formazione, nuove competenze, sistema e lavoro; inclusione socio lavorativa per disabili, immigrati e donne, quindi anche terzo settore, sostegno, opportunità; favorire l’occupazione dei settori in crescita, autoimprenditorialità e territorio. 


“Spesso ci si è concentrati troppo sugli ‘avviatori al lavoro’ - ha riflettuto il consigliere regionale Fabiano Amati durante i saluti iniziali - Dobbiamo concentrarci sul lungo elenco di lavoro che non trova offerta. Abbiamo bisogno di approvare il piano casa per rilanciare l’edilizia, abbiamo bisogno di digitalizzare l’agricoltura e di applicare la genetica a questo settore (avete presente gli innesti?). Ci sono tante possibilità oggi per generare nuovi posti di lavoro”. 


“Ascoltare i territori è una cosa fondamentale-spiega il sindaco di Fasano, Francesco Zaccaria - La regione Puglia ha approvato una legge sulla partecipazione e noi siamo qui per offrire idee necessarie a costruire posti di lavoro e sviluppo economico. La rete di ascolto deve tradursi in misure concrete. I sindaci sono obbligati a puntare su soluzioni da realizzare velocemente. Il Comune di Fasano è in linea con l’Agenda per il Lavoro regionale: abbiamo ideato delle giornate dedicate all’incontro tra domanda e offerta nel settore turistico con risultati eccezionali. Dobbiamo continuare su questa strada”. La dirigente Pellegrini si è detta disponibile a sostenere con tutte le risorse necessarie l’iniziativa del comune di Fasano, che ha l’ITS e può collegare facilmente i giovani lavoratori con le imprese turistiche del territorio. 


Il percorso partecipato di Agenda per il Lavoro è pensato per discutere di temi importanti e urgenti per la nostra regione e per l’intero Paese: lavoro, sviluppo e inclusione, partendo dall’ascolto e dalla condivisione di visioni future. 

All’evento hanno preso parte Francesco Zaccaria, Sindaco di Fasano; Gianfranco Bianchi, referente dell’Apulia Libera Università; Silvia Pellegrini, Direttore del Dipartimento Politiche del lavoro, Istruzione e Formazione della Regione Puglia; Monica Calzetta, Dirigente della sezione formazione professionale; Antonio Lombardo,  del responsabile coordinamento progetti sperimentali della Regione Puglia. 7 miliardi a disposizione


Alle ore 14:30 hanno preso il via i seminari di approfondimento dedicati ai tre tavoli tematici, ognuno portato avanti da tecnici del settore: inclusione socio-lavorativa sarà curato dal Direttore generale dell’Ambito territoriale sociale n.3 di ASL Brindisi Gianluca Budano; occupazione dal Presidente della Task force Regione Puglia Leo Caroli; per la formazione e il sistema lavoro ci sarà Francesco Joseph Pagnelli in qualità di direttore del Polo Tecnologico Uninettuno Puglia e Rappresentante dell’Agenzia per il Lavoro ANPAL Dasep. A conclusione dei lavori si è proceduto alla restituzione dei risultati in plenaria. Ogni tappa è aperta a tutti: cittadini, associazioni, aziende, scuole. Prossimo step Taranto il 7 luglio 2022.

Potrebbeinteressarti