Economia e lavoro Brindisi 

S.T.P. Brindisi, sciopero di 24 ore indetto dai sindacati per la giornata del 16 dicembre 2021

STP Brindisi informa che le Organizzazioni Sindacali territoriali FILT CGIL e UIL TRASPORTI hanno aderito alla manifestazione nazionale di sciopero di 24 ore del giorno 16/12/2021. L’astensione sarà articolata nell’intera giornata.

BRINDISI - STP Brindisi informa che le Organizzazioni Sindacali territoriali FILT CGIL UIL TRASPORTI hanno aderito alla manifestazione nazionale di sciopero di 24 ore del giorno 16/12/2021.

L’astensione sarà articolata nell’intera giornata.

Nel rispetto del regolamento aziendale, di cui all'art.1 comma 2 della L.146/90dell’accordo nazionale 07.02.91 e della delibera n°18/138 del 23.04.2018 della commissione di garanzia, dovranno essere garantiti:

 

• i servizi urbani ed extraurbani da e per le Zone Industriali di Brindisi e Taranto per i lavoratori impegnati nelle lavorazioni a ciclo continuo;
• le corse di corrispondenza per i pendolari delle Zone Industriali;
• tutti i servizi nelle fasce orarie:

Dalle ore 05:30 alle ore 08:30 

Dalle ore 12:30 alle ore 15:30

 

Nella predetta giornata, con esclusione dei servizi garantiti, potranno verificarsi cadute dei servizi urbani ed extraurbani.

Potrebbeinteressarti


Stato di agitazione degli addetti al servizio di confezionamento merce e facchinaggio presso lo stabilimento ENI-Versalis di Brindisi: nuove speranze

Nel corso della riunione odierna, è emersa la disponibilità al dialogo da parte dell’azienda sub-appaltatrice del servizio e delle Organizzazioni sindacali, al fine di garantire la positiva conclusione della procedura di cambio appalto con il completo impiego a tempo indeterminato di tutta la platea storica dei lavoratori

Gli imprenditori del nord più propensi a investire in Puglia, ma l’inefficienza della pubblica amministrazione è un freno pericoloso

Dove investire al Sud? In Puglia e in Campania per il 52% degli imprenditori del centro-nord: apprezzati sistema formativo e mentalità risorse umane Lo studio di Orbita su un campione di imprese del centro-nord: inefficienza della P.A., infrastrutture carenti e logiche clientelari i principali ostacoli che frenano gli investimenti al Sud. Luigi De Santis (presidente Orbita): “Risorse del PNRR miglioreranno P.A. e infrastrutture: logiche clientelari da condannare a tutti i livelli”