Economia e lavoro Brindisi 

Stato di agitazione degli addetti al servizio di confezionamento merce e facchinaggio presso lo stabilimento ENI-Versalis di Brindisi: nuove speranze

Nel corso della riunione odierna, è emersa la disponibilità al dialogo da parte dell’azienda sub-appaltatrice del servizio e delle Organizzazioni sindacali, al fine di garantire la positiva conclusione della procedura di cambio appalto con il completo impiego a tempo indeterminato di tutta la platea storica dei lavoratori

BRINDISI - A seguito della proclamazione dello stato di agitazione dei lavoratori che svolgono il servizio di confezionamento merce e facchinaggio presso lo stabilimento ENI-Versalis di Brindisi, da oggi gestito dalla cooperativa “Meridionale Servizi”, in quanto subentrata alla cooperativa “L’Ancora” nell’esecuzione dell’appalto, quale ditta sub-appaltatrice del Consorzio CICLAT, e su richiesta delle organizzazioni sindacali di categoria, si è tenuto in data odierna, in modalità videoconferenza, un incontro, convocato dalla Prefettura, tra i rappresentanti aziendali e dei lavoratori.

Nel corso della riunione è emersa la disponibilità al dialogo da parte dell’azienda sub-appaltatrice del servizio e delle Organizzazioni sindacali, al fine di garantire la positiva conclusione della procedura di cambio appalto con il completo impiego a tempo indeterminato di tutta la platea storica dei lavoratori, non escludendo, in caso di necessità, che un esiguo numero degli stessi possa essere impiegato in altri appalti gestiti dalla Coop. Meridionale Servizi sul territorio provinciale.

Il confronto proseguirà con la programmazione di altri confronti in sede aziendale, che dovrebbero portare in tempi celeri alla chiusura della vertenza sindacale in atto.

Potrebbeinteressarti

Gli imprenditori del nord più propensi a investire in Puglia, ma l’inefficienza della pubblica amministrazione è un freno pericoloso

Dove investire al Sud? In Puglia e in Campania per il 52% degli imprenditori del centro-nord: apprezzati sistema formativo e mentalità risorse umane Lo studio di Orbita su un campione di imprese del centro-nord: inefficienza della P.A., infrastrutture carenti e logiche clientelari i principali ostacoli che frenano gli investimenti al Sud. Luigi De Santis (presidente Orbita): “Risorse del PNRR miglioreranno P.A. e infrastrutture: logiche clientelari da condannare a tutti i livelli”

“La riduzione dei costi non sia a spese dei lavoratori”. Assemblea Sanofi, cresce la preoccupazione certezza sul futuro

Le Segreterie di FILCTEM FEMCA UILTEC, la RSU e l’intera assemblea rimarcano, quanto già dichiarato dalle segreterie nazionali nel corso dell’ultimo incontro tenuto in Confindustria con i vertici di EUROAPI, la riduzione dei costi non può e non deve prevedere ipotesi di ripercussione sui lavoratori, le pesanti perdite annunciate dall’azienda vanno contrastate con nuove strategie produttive e non si possono scaricare sui lavoratori.