Curiosità San Michele Salentino 

San Michele Salentino festeggia un altro centenario: Giuseppe Ligorio

Giuseppe Ligorio ha cento anni: la festa in un paese dove la popolazione è longeva

SAN MICHELE - Ancora un centenario a San Michele Salentino: è Giuseppe Ligorio che ieri, sabato 12 Giugno ha tagliato l’importantetraguardo dei 100 anni. Nato il 12 Giugno del 1921, ha vissuto a Ceglie Messapica per poi trasferirsi a San MicheleSalentino. E’ il maggiore di otto figli. 

Chiamato alle armi nel gennaio 1941, nel Reggimento Artiglieria nel distretto di Taranto, è stato autorizzato a fregiarsi del distintivo del periodo bellico 1940-1945 con decreto del Presidente della Repubblica del 17/11/1948 ed autorizzato ad applicare sul nastrino 3 stellette d’argento corrispondenti agli anni di guerra 1943, 1944 e 1945. Nel periodo della guerra è stato, inoltre, fatto prigioniero dai tedeschi. 

Tornato a San Michele Salentino, ha preso in moglie Antonia con quale ha avuto due figli, Antonio e Grazia. Rimasto vedovo nel 1982, ha educato i figli ai valori dell'onestà, del rispetto della legge e del prossimo. E’ stato un grande lavoratore, dedicandosi con passione alla coltivazione dei campi.

L'importante ricorrenza è stata festeggiata con figli, nipoti e pronipoti. Presente anche il vicesindaco di San Michele Salentino, Vitantonio Scatigna e le assessora Tiziana Barletta, a sottolineare l'importanza del rispetto per gli anziani in quanto memoria storica della stessaal fine di preservare l'identità di una comunità. L’Amministrazione ha omaggiato il concittadino con una torta ed una pergamena ricordo. 

Assente per ragioni private, il sindaco Giovanni Allegrini ha voluto, comunque, fare gli auguri al concittadino: “Il compimento dei 100 anni rappresenta un momento di condivisione e di festa per ogni comunità. Giuseppe Ligorio è testimone vivente della nostra storia, delle nostre tradizioni, dei nostri valori identitari, testimone di sacrifici, di fatiche, appartenute ad un tempo passato. Esempio di una Nazione che ha saputo resistere, rinascere e crescereAuguri a nome di tutti i cittadini”.

Potrebbeinteressarti

Un video con le voci di Ornella Muti e Lino Banfi per ringraziare “gli eroi dei nostri giorni” ideato da un medico di Cellino

Nell’era dei no vax tornare ad avere fiducia nei medici, nei sanitari in prima linea e nelle competenze è una priorità. Un medico salentino che collabora con il Ministero della Salute, il Cavaliere Fausto d’Agostino, ha deciso di unire le voci di attori molto amati dal pubblico per ricordare a tutti l’importante lavoro che ogni giorno svolgono i camici bianchi

Tuffo di Capodanno, tradizione rispettata anche nel 2022 a Brindisi

Tradizione puntualmente rispettata anche per il “TUFFO DI CAPODANNO” 2022. I riti che ormai rappresentano la gradita consuetudine del primo giorno dell’anno brindisino e culminanti nel salto in pieno inverno nelle acque del mare del Capoluogo Adriatico si sono vissuti nello scenario della Conca, sulla Litoranea Nord nonostante la riduzione dell’iniziativa ad una cerimonia piú sobria