Cronaca Brindisi 

Assalto al portavalori, il Comitato per la sicurezza riunisce le forze dell’ordine per la caccia al commando e per rafforzare i controlli

Impegno comune per rafforzare ulteriormente il controllo del territorio attivando servizi specifici anche con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine

BRINDISI - Dopo che un commando di criminali ha messo a ferro e fuoco la  strada Brindisi-Lecce, all’altezza di Tuturano, portando via 3 milioni di euro, comincia la caccia ai 10 banditi. Il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocato dal Prefetto Luigi Carnevale su input del Ministro dell'Interno Matteo Piantedosi all’indomani della cruenta rapina con assalto ad un furgone portavalori sulla SS 613 Brindisi-Lecce, ha visto oggi la partecipazione del Capo della Polizia, Prefetto Vittorio Pisani, e del Direttore della Direzione Centrale Anticrimine, Dirigente Generale di Pubblica Sicurezza Alessandro Giuliano.

Hanno partecipato anche il Procuratore della Repubblica di Brindisi Antonio De Donno, il Procuratore della Repubblica reggente di Lecce Guglielmo Cataldi, il Sostituto Procuratore della DDA di Lecce Carmen Ruggiero, il Questore di Brindisi Giampietro Lionetti, i Comandanti Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza Leonardo Acquaro e Piergiorgio Vanni, nonché il Capo Centro della Direzione Investigativa Antimafia Carla Durante.

Dopo una approfondita disamina sulla tipologia e le modalità con cui è stata commessa l’azione criminosa, in un’ottica di massima sinergia tra tutte le componenti istituzionali sia in ottica preventiva che investigativa, è emerso un impegno comune per rafforzare ulteriormente il controllo del territorio attivando servizi specifici anche con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine.

Al contempo, sarà programmato a breve un prossimo Comitato per effettuare un’analisi compiuta del contesto criminale dell’area interessata dall’evento di ieri al fine di predisporre un più efficiente apparato di contrasto alla criminalità.

Il Prefetto, nell’esprimere massima gratitudine al Capo della Polizia, che con la sua presenza ha dimostrato tangibilmente la vicinanza del Dipartimento della Pubblica Sicurezza a questo territorio, ha assicurato di mantenere alta l’attenzione per porre in essere ogni necessaria ed incisiva misura a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.


Potrebbeinteressarti