Cronaca Oria 

Condannato a oltre 3 anni per tentata estorsione, chiese 50mila euro per non devastare auto e abitazione

Un 28enne del luogo deve scontare la pena di anni 3 e mesi 3 di reclusione per il delitto di tentata estorsione commessa a Oria nell’ottobre del 2012 nei confronti di un imprenditore agricolo

ORIA - Nel pomeriggio del 7 maggio 2024, i carabinieri hanno eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Lecce nei confronti di un 28enne del luogo che deve scontare la pena di 3 anni e 3 mesi di reclusione per il delitto di tentata estorsione commessa a Oria nell’ottobre del 2012 nei confronti di un imprenditore agricolo. Il giovane aveva fatto pervenire nella cassetta posta della vittima una lettera anonima manoscritta contenente una richiesta estorsiva pari a cinquantamila euro, minacciandolo di danneggiargli l’auto ed altri beni qualora non gli fosse stato consegnato il denaro richiesto in luogo, data, orari e modalità ben definite. 

Infatti, alla vittima era stato intimato di lasciare la somma richiesta all’interno di una borsa nei pressi di un distributore di carburanti in disuso. L’imprenditore ha deciso quindi di denunciare ai Carabinieri di Oria quanto stava subendo, temendo per la propria incolumità e per la sicurezza della sua azienda. I militari hanno avviato immediatamente le indagini, pianificando un servizio di osservazione che ha permesso di identificare l’autore della tentata estorsione; l’uomo, recatosi sul luogo dell’incontro anticipatamente rispetto all’orario intimato, si era nascosto su un albero di ulivo e non appena la vittima giungeva sul posto lasciando nel punto indicato una borsa, lo stesso se ne impossessava scendendo dall’albero per poi allontanarsi repentinamente a piedi.  I Carabinieri, che avevano monitorato tutti i suoi movimenti, sono intervenuti bloccandolo prima che facesse perdere le proprie tracce, arrestandolo in flagranza di reato.

Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato condotto presso la Casa Circondariale di Brindisi come disposto dall’Autorità Giudiziaria. Anche nelle prossime settimane saranno svolti ulteriori servizi di controllo del territorio, anche alla luce dell’imminente stagione estiva, inseriti in una calendarizzazione che permetta di innalzare il livello sicurezza.

Potrebbeinteressarti