Cronaca San Michele Salentino 

Incidente mortale sulla strada provinciale 29: un 46enne travolto da un’auto mentre era in bici

Tragedia in mattinata sulla provinciale che collega San Michele Salentino a Ostuni: un uomo ha perso la vita a 46 anni. Patrizio Tetesi, non ce l’ha fatta, nonostante l’intervento del 118.

Tragedia in mattinata sulla provinciale che collega San Michele Salentino a Ostuni: un uomo ha perso la vita a 46 anni. Patrizio Tetesi, residente a San Michele, non ce l’ha fatta, nonostante l’intervento del 118. Nella mattinata odierna 25 c.m. verso le ore 06.15 si  verificava un sinistro stradale sulla Strada Provinciale 29, all’altezza della progressiva chilometrica 7.600, in agro del comune di Ostuni.

 

Nel sinistro rimaneva coinvolta un’autovettura Fiat Bravo,  condotta da  D.A. di anni 20 ed un velocipede (bicicletta) condotta da T.P. di anni 46.

 

Da quanto emerso sul campo del sinistro, si è rilevato che, entrambi i coinvolti procedevano verso Ostuni e per cause in corso di accertamento venivano in collisione.

 

Nell’occorso il conducente del velocipede riportava lesioni per le quali il servizio sanitario “118” intervenuto sul posto ne constatava il decesso, mentre l’altro coinvolto rimaneva illeso.

 

La circolazione sulla strada interessata dall’evento subiva un rallentamento

 

 

Sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati alla ricostruzione dell’evento infortunistico da parte di personale del dipendente Distaccamento Polizia Stradale di Fasano, coordinati dallo scrivente.Di quanto avvenuto è stata data notizia alla Procura della Repubblica di Brindisi. 

“A nome personale e dell’amministrazione comunale, interpretando i sentimenti dell’intera comunità, esprimo i sensi del più profondo cordoglio alla famiglia Tetesi, per la prematura dipartita del nostro concittadino Patrizio Tetesi - scrive il sindaco di San Michele, Giovanni Allegrini - Il destino ha voluto che questa giovane vita si spezzasse a seguito di un tragico incidente stradale stamane.Nessuna parola potrà essere mai sufficiente per donare il conforto al figlio e ai parenti tutti”.

Potrebbeinteressarti