Cronaca Brindisi 

Ancora una rapina ai danni del “Cafè Eden”, un uomo armato di coltello si fa consegnare i soldi e scappa a piedi

Ha finto di essere un normale cliente ed è entrato nel bar di via Appia, poco dopo la mezzanotte, armato di coltello, subito dopo a minacciato il barista, ha arraffato tutti i soldi che c’erano nella cassa ed è scappato via a piedi. Il rapinatore solitario ha utilizzato una mascherina per coprirsi il volto

BRINDISI - Ha finto di essere un normale cliente ed è entrato nel bar di via Appia, poco dopo la mezzanotte, armato di coltello, subito dopo a minacciato il barista, ha arraffato tutti i soldi che c’erano nella cassa ed è scappato via a piedi. Il rapinatore solitario ha utilizzato una mascherina per coprirsi il volto. Il Caffè Eden subisce così la sua seconda rapina in meno 5 mesi: l’ultimo colpo è stato fatto il 17 gennaio. Gli agenti della sezione volanti hanno raccolto alcune testimonianze e si sono fatti consegnare i filmati delle telecamere di videosorveglianza presenti in quella zona. Non è improbabile che sia ritornato lo stesso rapinatore nello stesso posto dove era andato a segno il primo colpo, tra l’altro con le stesse modalità. 

Potrebbeinteressarti

Intervista al professore Alessandro Repici: “Abbiamo dimostrato che l’intelligenza artificiale riduce l’incidenza dei tumori al colon e retto. Puglia a macchia di leopardo”

Il prof Alessandro Repici, direttore del Dipartimento di Gastroenterologia di Humanitas e docente di Humanitas University e Direttore Scientifico di Humanitas Istituto Clinico Catanese, insieme al prof. Cesare Hassan, ha dimostrato che con l’intelligenza artificiale si riduce il rischio di tumori al colon e al retto e si prevengono più facilmente queste gravissime patologie