Cronaca Brindisi 

La truffa delle vacanze per 30 persone si conclude con il patteggiamento dell’agente che aveva intascato i soldi in cambio di biglietti falsi

Lo hanno denunciato in 30 nel 2019, quando l’agente (oggi 34enne) fece perdere le proprie tracce, non prima di aver consegnato a tutti voucher falsi per le anelate vacanze

CEGLIE MESSAPICA - Lo hanno denunciato in 30 nel 2019, quando l’agente (oggi 34enne) fece perdere le proprie tracce, non prima di aver consegnato a tutti voucher falsi per le anelate vacanze. L’uomo ha concordato un patteggiamento a un anno e tre mesi con il suo difensore Pietro Piccoli. La pena è sospesa. L’uomo si è impossessato di 14mila euro ed è scappato via: oggi regola i suoi conti con la giustizia. Ma alle persone truffate è rimasto un incubo come ricordo: alcuni hanno scoperto, dopo essere giunti alla meta stabilita per il viaggio di nozze, che l’albergo non era prenotato. Addirittura una famiglia con bambini piccoli è rimasta senza albergo. L’agente si era dileguato: è riapparso in tribunale dopo la denuncia. 

Potrebbeinteressarti


Picchiato per una relazione con una ragazza: tre altri indagati

Tre altri indagati per favoreggiamento, dopo il pestaggio per una relazione clandestina con la fidanzata di uno degli aggressori. La vittima è un 27enne di Erchie, che il 5 ottobre 2020 è stato fatto salire a bordo di un’auto per essere trasportato nelle campagne dove sarebbe avvenuta l’aggressione