Cronaca Brindisi 

Continuava a molestare la ex, nonostante i guai che aveva già avuto e il divieto di avvicinamento: la polizia lo incastra

Nel pomeriggio di ieri, lunedì 18 ottobre 2021, la Polizia di Stato della Questura di Brindisi ha tratto in arresto A.B., 37enne noto alle Forze dell’Ordine per le pregresse vicende penali che lo hanno coinvolto,

BRINDISI – Nel pomeriggio di ieri, lunedì 18 ottobre 2021, la Polizia di Stato della Questura di Brindisi ha tratto in arresto un

37enne noto alle Forze dell’Ordine per le pregresse vicende penali che lo hanno coinvolto, in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso nei suoi confronti nell’ambito di un’indagine della locale Procura della Repubblica. 

A.B. pur essendo stato sottoposto nel 2018 alla misura cautelare del divieto di avvicinamento, per fatti analoghi ai danni della medesima donna, cui era stato legato da relazione affettiva, continuava a minacciarla e molestarla. Dalla denuncia presentata dalla vittima agli investigatori della Squadra Mobile di Brindisi, si evinceva che dopo la fine della relazione, l’uomo aveva cominciato a molestarla con chiamate e messaggi telefonici, pedinamenti e appostamenti, fino a forzare con un cacciavite il portone condominiale della sua abitazione. Da qualche tempo l’indagato aveva ripreso con comportamenti analoghi tanto da cagionare alla stessa un perdurante e grave stato di ansia e di paura ed un fondato timore per l’incolumità fisica propria e della propria famiglia. 

Garantendo la massima protezione della vittima gli investigatori sono riusciti a documentare effettivamente la pervicacia e la cieca ostinazione dell’ex divenuto persecutore. In breve tempo il materiale investigativo è confluito alla Procura della Repubblica di Brindisi che ha coordinato lattività di indagine della Polizia di Statoprovvedendo a richiedere l’emissione di un provvedimento cautelare nei confronti dell’indagato.

Resta di primaria importanza stimolare la fiducia delle vittime di violenza a denunciare subito i propri aguzzini, supportando le stesse in un percorso di consapevolezza su misura, a seconda della storia vissuta e del contesto interessato. Per cui l’invito è quello di rivolgersi con fiducia alle Forze dell’ordine presenti su tutto il territorio nazionale.

Potrebbeinteressarti


Picchiato per una relazione con una ragazza: tre altri indagati

Tre altri indagati per favoreggiamento, dopo il pestaggio per una relazione clandestina con la fidanzata di uno degli aggressori. La vittima è un 27enne di Erchie, che il 5 ottobre 2020 è stato fatto salire a bordo di un’auto per essere trasportato nelle campagne dove sarebbe avvenuta l’aggressione