Cronaca Brindisi 

Morte del madonnaro di Oria, uno straniero in questura: potrebbe aggiungere informazioni utili a far svoltare le indagini

Si tratta di cittadino straniero che è stato chiamato in questura per verificare un suo eventuale coinvolgimento nella morte di Leonardo Vitale, morto dopo sei giorni di coma per le ferite riportate al capo dopo una caduta

LECCE – C’è una persona che secondo la polizia potrebbe aggiungere elementi utili sulla vicenda del madonnaro. Si tratta di cittadino straniero che è stato chiamato in questura per verificare un suo eventuale coinvolgimento nella morte di Leonardo Vitale, morto dopo sei giorni di coma per le ferite riportate al capo dopo una caduta. Gli investigatori pensano che possa arrivare una svolta sul decesso del 69enne originario di Oria che a Lecce era noto per i suoi disegni di immagini sacre nel centro di Lecce.

Qualcuno sospetta che il cittadino straniero possa aver avuto una lite con Vitale nelle ore precedenti alla morte. All’uomo potrebbero essere stati sottratti i colori e il cellulare ma in tasca conservava ancora una somma di poco meno di 50 euro. La procura (pm Giorgia Villa) pensa che si tratti di morte come conseguenza di altro reato e rapina. Bisognerà aspettare l’autopsia fissata il 14 novembre per avere i particolari sulla morte dell’uomo: solo allora il quadro sarà più chiaro. 

Potrebbeinteressarti

Scoperto 1 kg di marijuana e armi clandestine: tre arresti e una denuncia.

I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un 52enne, un 43enne e un 39enne tutti di Ceglie Messapica, per coltivazione e detenzione sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e detenzione di arma clandestina e denunciato in stato di libertà una 39enne del luogo per detenzione abusiva di arma comune da sparo