Cronaca Brindisi 

Grave incidente sul lavoro nel petrolchimico di Brindisi: due operai ustionati. I sindacati attendono gli approfondimenti

Dalle informazioni ricevute gli operai, con una consolidata esperienza lavorativa nel sito industriale,sono stati improvvisamente avvolti da un principio di incendio, scattate le misure di sicurezza interna, sono stati soccorsi e trasferiti presso il presidio ospedaliero di Brindisi

BRINDISI - Due operai di 51 e 53 anni hanno riportato ustioni sul 20/30% del corpo a causa di un principio di incendio: ora sono ricoverati al Perrino.   L’incidente si è verificato nel primo pomeriggio di ieri (giovedì 7 ottobre) nell’impianto industriale del petrolchimico, nella fase di preparazione di un’attività per la riparazione di un guasto su un collettore in pressione.

Dalle informazioni ricevute gli operai, con una consolidata esperienza lavorativa nel sito industriale,sono stati improvvisamente avvolti da un principio di incendioscattate le misure di sicurezza interna, sono stati soccorsi e trasferiti presso il presidio ospedaliero di Brindisi

“Come Segreterie Territoriali di Filctem Femca Uiltec ci asteniamo in questo momento da ogni commento, in attesa di conoscere ufficialmente la dinamica di questo grave incidente sul lavoro - spiegano i sindacati - 

Nelle prossime ore ci attiveremo per un chiedere un approfondimento su quanto accaduto con le aziende coinvolte.

È evidente che l’aumento di infortuni che sta colpendo pesantemente il mondo del lavoro in Italia deve far riflettere sulle cause di questi eventi, accrescere sempre più l’attenzione delle aziende e rilanciare campagne mirate di informazione e formazione verso la sicurezza nei luoghi di lavoro, per non abbassare mai la guardia. 

Crediamo altresì che nei luoghi di lavoro debbano essere costantemente monitorati i processi produttivi e valutati in maniera sempre più approfondita i rischi da lavoro per prevenire ogni possibile incidente.

Alle famiglie e ai colleghi esprimiamo lnostra vicinanzain questi difficili momenti”.

Potrebbeinteressarti

Scoperto 1 kg di marijuana e armi clandestine: tre arresti e una denuncia.

I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un 52enne, un 43enne e un 39enne tutti di Ceglie Messapica, per coltivazione e detenzione sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e detenzione di arma clandestina e denunciato in stato di libertà una 39enne del luogo per detenzione abusiva di arma comune da sparo