Cronaca Brindisi 

Picchiava e terrorizzava i genitori per ottenere i soldi per comprarsi la droga: arrestato

I genitori erano esposti alla sua aggressività, dovuta all’abuso di sostanze stupefacenti: estorceva soldi per procurarsi la sostanza stupefacente, non esitando a giungere ad aggressioni fisiche e continue minacce di morte

Ieri, 20 settembre, personale della Sezione Volanti della Questura, hanno arrestato S.F., classe 97, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Brindisi, Sezione dei Giudici Preliminari, in quanto responsabile di reiterati maltrattamenti nei confronti dei genitori.

S.F. aveva creato un regime familiare intollerabile, improntato alla violenza ed alla prevaricazione, costringendo i genitori a richiedere, in più occasioni, l’intervento della Sezione Volanti.

In particolare, i genitori erano esposti alla sua aggressività, dovuta all’abuso di sostanze stupefacenti, avanzando continue richieste di denaro, per procurarsi la sostanza stupefacente, non esitando a giungere ad aggressioni fisiche e continue minacce di morte.

L’ambiente familiare era diventato talmente intollerabile che, frequentemente, i genitori erano costretti a trascorrere le giornate a casa di amici o parenti, pur di non incontrare il figlio.

Nei giorni scorsi, i genitori decidevano di formalizzare la denuncia nei confronti del figlio, al quale, ieri, è stata notificata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere a seguito della quale S.F. è stato condotto presso la locale Casa Circondariale.

 

Potrebbeinteressarti

Scoperto 1 kg di marijuana e armi clandestine: tre arresti e una denuncia.

I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un 52enne, un 43enne e un 39enne tutti di Ceglie Messapica, per coltivazione e detenzione sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e detenzione di arma clandestina e denunciato in stato di libertà una 39enne del luogo per detenzione abusiva di arma comune da sparo