Cronaca Mesagne 

Alloggi pubblici, in 37 nei guai per false dichiarazioni

Sono 37 le domande per ottenere un alloggio popolare che secondo gli investigatori sarebbero basate su false situazioni di bisogno. La graduatoria provvisoria in questo modo è stata alterata.

MESAGNE - Falso in atto pubblico e truffa: sono queste le accuse formulate dai carabinieri, che insieme alla polizia locale hanno svolto una complessa indagine sugli alloggi popolari della città. Sono 37 le domande per ottenere un alloggio popolare che secondo gli investigatori sarebbero basate su false situazioni di bisogno. La graduatoria provvisoria in questo modo è stata alterata. Le accuse contro le quali si dovranno difendere i 37 sono falso in atto pubblico e truffa nei confronti di un ente. Le autorità pubbliche in questi mesi stanno procedendo alle verifiche puntuali delle dichiarazioni rilasciate dai richiedenti: autocertificazioni sulla propria situazione patrimoniale e reddituale capaci di determinare assegnazioni inique di alloggi popolari. 

Potrebbeinteressarti

Scoperto 1 kg di marijuana e armi clandestine: tre arresti e una denuncia.

I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un 52enne, un 43enne e un 39enne tutti di Ceglie Messapica, per coltivazione e detenzione sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e detenzione di arma clandestina e denunciato in stato di libertà una 39enne del luogo per detenzione abusiva di arma comune da sparo