Ambiente Fasano 

Le bandiere blu svettano nel brindisino su Fasano, Ostuni e Carovigno: acque pulite, servizi e sostenibilità

Tre importanti mete turistiche brindisine potranno fregiarsi della Bandiera Blu, prestigioso riconoscimento internazionale: si tratta di Fasano, Ostuni e Carovigno

PUGLIA - Tre importanti mete turistiche brindisine potranno fregiarsi della Bandiera Blu anche nel 2022: si tratta di un prestigioso riconoscimento internazionale che interessa Fasano, Ostuni e Carovigno. La ong danese Fee (Foundation for Environmental Education) quest’anno ha messo al vertice della classifica della bellezza paesaggistica, qualità delle acque e sostenibilità tantissimi Comuni e approdi turistici di 4 regioni in particolare (che hanno incassato più bandiere di tutti): Liguria, Campania, Toscana e Puglia. Le Bandiere Blu rappresentano un riconoscimento internazionale per la qualità delle acque, i servizi offerti, per il rispetto dell’ambiente e per la  protezione paesaggistica conferiti ai comuni rivieraschi e agli approdi turistici. Quest’anno, in Italia, vengono premiati 210 Comuni, 427 spiagge e 82 approdi turistici da una giuria internazionale che ha emesso il suo verdetto sulla base di 32 criteri dettagliati e aggiornati ogni anno. 

LA CONFERMA FASANESE 

Bandiere Blu 2022, Fasano tra le migliori spiagge italiane per il 12mo anno consecutivo.

 FASANO – La bandiera blu sventolerà anche sul nostro mare per il 12mo anno consecutivo. Da Egnazia, a Savelletri a Torre Canne le acque del territorio di Fasano sono state premiate anche per il 2022 con il riconoscimento della FEE (Foundation for environmental Education) che certifica la qualità delle spiagge italiane, in relazione, in particolar modo, a qualità e pulizia delle acque di balneazione (in particolare i risultati di eccellenza degli ultimi 4 anni sulla base delle analisi eseguite dall’Arpa (Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente). 

 Ma le acque pulite sono solo il primo passo per aggiudicarsi il vessillo blu. L’istruttoria è complessa e ci sono 32 criteri di valutazione del programma, aggiornati periodicamente, che bisogna soddisfare. 

Quest’anno in particolare hanno avuto particolare attenzione pratiche ed educazione per preservare l’ambiente e promuovere un turismo sostenibile. L’esistenza e il grado di funzionalità degli impianti di depurazione, la gestione dei rifiuti con particolare riguardo alla riduzione della produzione, alla raccolta differenziata e alla gestione dei rifiuti pericolosi, le iniziative promosse dalle amministrazioni per una migliore vivibilità nel periodo estivo, la valorizzazione delle aree naturalistiche eventualmente presenti sul territorio; e ancora, la cura dell’arredo urbano e delle spiagge e la possibilità di accesso al mare per tutti senza limitazioni sono alcuni degli indicatori presi in considerazione.

Tra i nuovi criteri inseriti quest’anno c’era anche l’attenzione all’inclusione, indicatore che Fasano ha rispettato appieno grazie all’iniziativa Blu Summer Camp (che sarà ripetuta anche quest’anno) promossa da Comune e Humanamente con la realizzazione di un campo estivo per bambini con disturbi dello spettro autistico. Per il litorale di Fasano, che si estende per 20 km di costa, è la 12ma bandiera blu in altrettanti anni. La prima infatti fu nel 2011 e da allora il riconoscimento si è ripetuto ogni estate. 

Il Programma Bandiera Blu, Ecolabel Internazionale per la certificazione della qualità ambientale delle località rivierasche, si è affermato ed è attualmente riconosciuto in tutto il mondo, sia dai turisti che dagli operatori turistici, come un valido Ecolabel relativamente al turismo sostenibile in località turistiche marine e lacustri. La Bandiera Blu è un premio, ancora una volta, all’attenzione che l’amministrazione Zaccaria pone alle marine e a un miglioramento continuo della qualità delle spiagge in termini di offerta dei servizi, ma anche di attenzione e cura dell’ambiente. Sono 11 i lidi che riceveranno la bandiera blu: Archeolido, Lido Calapescatore e Lido Ottagono per Egnazia, Lido Verdemare, Lido Pettolecchia e Il Santos per Savelletri, Hotel del Levante, Lido Bizzarro, Villaggio turistico Oasi Le Dune, Gran Serana Hotel e Lido Verde per Torre Canne. 

 

«La bandiera blu è un riconoscimento di cui siamo fieri e che condividiamo orgogliosamente con tutta la comunità, con gli operatori delle nostre spiagge, con gli imprenditori e il personale dei nostri lidi che quotidianamente si impegnano per la crescita delle nostre marine e per elevare l’eccellenza delle nostre spiagge – dice il sindaco Francesco Zaccaria –. La bandiera blu è il marchio di qualità per il nostro mare, ma anche un sigillo di garanzia di un impegno sempre costante verso le marine che costituiscono una parte preponderante della vita economica della città. Le coste sono sempre state prioritarie nell’azione della nostra amministrazione e continueranno ad esserlo nell’ottica di una valorizzazione costante del territorio che passa attraverso la realizzazione concreta di progetti in cui sostenibilità, rispetto dell’ambiente e miglioramento dei servizi si fondono e si fondono continuamente. Ringrazio gli assessori per l’impegno nel raggiungimento degli standard previsti dalla FEE, i dirigenti del Comune e tutta la macchina amministrativa che, ciascuna per la propria parte di competenza, garantisce un livello qualitativo di servizi che ogni anno consente di confermare la bandiera blu. Ringrazio anche la Gialplast e il nucleo Ecologia della Polizia Locale». 

 

La cerimonia ufficiale di consegna della Bandiera blu si è svolta stamattina da remoto alla presenza dei vertici di FEE e a rappresentare il Comune di Fasano c’era l’assessore al Turismo, Pier Francesco Palmariggi: «Questo riconoscimento importante qualifica il percorso intrapreso verso un turismo sempre più sostenibile e basato su politiche mirate e concrete, orientate ad un miglioramento continuo. Amministrazione comunale e operatori devono lavorare in sinergia rivolgendo particolare attenzione al rapporto tra industria del turismo e natura, e all’adozione di strategie operative all'insegna dell'armonia e del rispetto dell’ambiente».

Potrebbeinteressarti

La biodiversità dei fondali marini della ZSC “Litorale brindisini” - Progetto SASPAS “Safe Anchoring and Seagrass Protection in the Adriatic Sea”

In programma il 21 giugno 2022 alle ore 17:30, a Fasano (BR) presso la Sala di Rappresentanza del Comune, l’evento “La biodiversità dei fondali marini della ZSC”, “Litorale brindisino”organizzato dal Parco Naturale Regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo per un confronto sul tema della tutela della biodiversità dell’ecosistema marino


Ruba una radio da un negozio, la polizia lo arresta

È stato lo stesso titolare del negozio a segnalare l’accaduto. Infatti, accortosi della presenza di B.B. che si aggirava con fare sospetto tra gli scaffali del locale, lo ha osservato e quando ha notato il momento in cui si impossessava dellaradio dandosi alla fuga, ha informato immediatamente la Polizia