Ambiente Brindisi 

Rigenerata la spiaggia pubblica Cala Materdomini: strutture ricettive, servizi, verde e parcheggi. “Biglietto da visita del litorale brindisino”

Oggi, sabato 7 agosto 2021 alle ore 10, è stata inaugurata la spiaggia pubblica Cala Materdomini. Il sito è stato completamente rigenerato.

BRINDISI - Oggi, sabato 7 agosto 2021 alle ore 10, è stata inaugurata la spiaggia pubblica Cala Materdomini.

Il sito è stato completamente rigenerato, con il ripascimento della spiaggia e l’ampliamento della stessa, l’installazione di strutture ricettive dotate di servizi e camminamenti, la messa a dimora di alberi e piante, la creazione di un’area parcheggio. 

 

Il cantiere era ripartito l’1 marzo scorso, dopo l’interruzione causata dal lockdown e da un lungo contenzioso con la ditta appaltatrice che si è risolto con una perizia di assestamento.

Il progetto di riqualificazione dell’area risale al 2013 ma ha subito diverse vicissitudini dovute alle difficoltà dell’iter relativo ad un’area ricadente in un Sito di Interesse nazionale (SIN).

La spiaggia pubblica rimarrà ad accesso libero, i servizi e le attività di ristorazione ed intrattenimento saranno gestiti da Food e Beverage, la società vincitrice del bando indetto dall’amministrazione comunale lo scorso maggio.

Saranno attivati da subito l’Infopoint presso il chiosco più piccolo, i servizi igienici e le docce, sarà inoltre garantita la guardiania. Le attività di ristorazione e l’intrattenimento, comportando un tempo di organizzazione più lungo, saranno fruibili in una seconda fase.

Nei prossimi giorni sarà installata la passerella in plastica per collegare quella in legno con il bagnasciuga e rendere accessibile il mare a chi accede in carrozzina.

 

“L’inaugurazione di Cala Materdomini arriva dopo un iter complesso e pieno di insidie, un risultato che abbiamo perseguito sin dall’inizio del nostro mandato che la città aspettava e meritava da troppo tempo – dichiara il sindaco Riccardo Rossi -. È un traguardo collettivo in cui sono stati coinvolti quasi tutti i settori del Comune di Brindisi, con i tecnici e gli assessori. Lavori pubblici, Affari legali, Urbanistica, Ambiente e Verde pubblico, Patrimonio e Turismo hanno tutti contribuito al buon esito del progetto.

Il litorale brindisino ora ha un bellissimo biglietto da visita. La spiaggia è la prima che si incontra venendo dalla città, è rimasta pubblica con accesso libero ma garantisce tutti i servizi e anche delle iniziative meritevoli di una città turistica. L’invito che faccio alla cittadinanza è di avere cura di questo bene pubblico e tutelarlo davanti a chi porta poco rispetto. Continuiamo a lavorare per la valorizzazione della nostra costa, con la consegna nei giorni scorsi al Comune di Brindisi del tratto libero dell’ex stabilimento Saca compreso di pineta, il litorale si arricchisce di spiagge libere e curate”.

Potrebbeinteressarti

Carta europea per il turismo: Torre Guaceto supera la verifica

BRINDISI - Si è svolta in questi giorni la verifica degli standard ottenuti dalla riserva di Torre Guaceto nell’ambito delle azioni previste dalla Carta europea per il turismo sostenibile. Il controllo del quinquennio eseguito da Europarc è stato superato. Ora si pensa alla fase due della CETS: la certificazione delle strutture ricettive.


Xylella, tra gli esperti la Regione Puglia nomina Alessandra Miccoli, distintasi per essere una tenace oppositrice del taglio degli ulivi malati. Proteste bipartisan

Amati: “La nuova esperta sulla fitopatologia della Xylella, peraltro laureata in lettere, è stata protagonista di numerose proteste, a Torchiarolo e nella provincia di Brindisi, contestando tutti i piani di contenimento che, realizzati per tempo, avrebbero salvato la Puglia dalla distruzione prima e dall’avanzare del batterio poi”