Ambiente Ostuni 

Edifica su un’area demaniale e avvia l’attività, ma per i carabinieri mancano le autorizzazioni: denunciato un 50enne

Sono diverse le violazioni contestate dalle forze dell’ordine: l’uomo avrebbe costruito senza nemmeno dare comunicazione

OSTUNI- I Carabinieri della locale Stazione coadiuvati nella fase esecutiva dai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Brindisi, del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Taranto, da personale della A.S.L. di Brindisi e della Polizia Locale, hanno denunciato un 50enne titolare di un esercizio pubblico di quella zona marittima, poiché  ritenuto responsabile di aver:

-    violato la normativa in materia di tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, non avendo avviato alla sorveglianza sanitaria un proprio dipendente;

-    violato le norme igienico strutturali e difformità autorizzative, dalle quali sono conseguiti i provvedimento di immediata cessazione dell'attività e revoca dell'autorizzazione nonché la contestazione della sanzione pecuniaria di 2.000,00 Euro;

-    avviato l'attività in assenza delle previste comunicazioni all'Autorità con conseguente applicazione della sanzione pecuniaria di 5.000,00 Euro;

-    aver costruito l'attività commerciale su un’area demaniale e senza alcuna autorizzazione.

L’intera struttura è stata sottoposta a sequestro.


Potrebbeinteressarti

Xylella, tra gli esperti la Regione Puglia nomina Alessandra Miccoli, distintasi per essere una tenace oppositrice del taglio degli ulivi malati. Proteste bipartisan

Amati: “La nuova esperta sulla fitopatologia della Xylella, peraltro laureata in lettere, è stata protagonista di numerose proteste, a Torchiarolo e nella provincia di Brindisi, contestando tutti i piani di contenimento che, realizzati per tempo, avrebbero salvato la Puglia dalla distruzione prima e dall’avanzare del batterio poi”