Ambiente Ostuni 

Lo sfregio a Torre Pozzella (Ostuni): dune devastate da mezzi meccanici

La capitaneria di porto dovrà approfondire la segnalazione di un cittadino, che denuncia il deturpamento paesaggistico: dune distrutte da mezzi meccanici. La sabbia è stata asportata sicuramente per il ripascimento di chissà quale zona

OSTUNI - La segnalazione di un cittadino ha messo in allarme la capitaneria di porto: alcune piccole colone di sabbia sarebbero state devastate da mezzi meccanici a Torre Pozzella, secondo la segnalazione di un cittadino, che ha anche prodotto delle foto. La prova dello scempio delle dune è stata fornita attraverso delle foto scattate domenica 6 giugno e inviate i giornali da un comune cittadino. Le forze dell’ordine hanno fatto un sopralluogo per capire cosa sia successo. Mareggiate e vento non c’entrano nulla in questo caso: è stata la mano dell’uomo a produrre uno sfregio ambientale e paesaggistico che la legge punisce pesantemente. Sicuramente qualcuno ha voluto rubare la sabbia per posizionarla in qualche zona dove il mare è avanzato o rischia di avanzare. 

Potrebbeinteressarti


Rigenerazione sostenibile, appello a 20 sindaci dei Comuni brindisini: progetto di riforestazione per ridare verde e bellezza al Salento

Dopo il ciclo di incontri con i sindaci dei Comuni del Leccese e del Tarantino, il Distretto Agroalimentare Jonico Salentino (DAJS) è pronto a sensibilizzare tutte le amministrazioni locali del Brindisino sul Piano di Rigenerazione sostenibile e sul progetto di riforestazione, per ridare verde e bellezza al Salento ferito da Xylella fastidiosa