Ambiente 

La guerra di Brindisi agli incivili e all'abbandono dei rifiuti: 200 sanzioni in 2 mesi

BRINDISI - Ogni giorno il Comune riceve segnalazioni di abbandono di rifiuti, ingombranti e altro, sulle strade, nelle campagne e sulle spiagge: la lotta è dura, ma l'amministrazione brindisina...

BRINDISI - Ogni giorno il Comune riceve segnalazioni di abbandono di rifiuti, ingombranti e altro, sulle strade, nelle campagne e sulle spiagge: la lotta è dura, ma l'amministrazione brindisina sta assestando colpi durissimi ai "furbetti della spazzatura smaltita a spese del contribuente e dell'ambiente". Sono a quota 200 le sanzioni per l'abbandono dei rifiuti, in soli due mesi,  grazie all'installazione delle fototrappole. Un bel gruzzoletto per il Comune che ammonta a circa 60 mila euro. «Sono, purtroppo, fondi che non vorremmo mai incassare, ma che è necessario pretendere per stroncare questo fenomeno - spiega il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi - Abbiamo anche le pattuglie della polizia locale in borghese in città per stroncare tutti gli abusi. Ora abbiamo bisogno dell'aiuto delle persone per bene: della maggioranza silenziosa che, purtroppo, come noi, subisce l'attacco alla nostra terra da parte di questi incivili. Insieme possiamo sconfiggere l'abbandono dei rifiuti. Continueremo a sanzionare e a fare multe sempre più alte. Con la poliaiza locale stiamo studiando la possibilità di procedere al sequestro del mezzo. Non ci faremo intimidire, dobbiamo andare avanti: questo fenomeno sarà stroncato definitivamente»

Potrebbeinteressarti