Ambiente 

Versalis, Rossi: “Arrivano conferme sull’inadeguatezza della rete di monitoraggio”

BRINDISI - Il sindaco Riccardo Rossi non abbassa la guardia sulla battaglia ambientalista: ieri, sul suo profilo Facebook, ha sottolineato l'inadeguatezza delle centraline di monitoraggio ambientale. ...

BRINDISI - Il sindaco Riccardo Rossi non abbassa la guardia sulla battaglia ambientalista: ieri, sul suo profilo Facebook, ha sottolineato l'inadeguatezza delle centraline di monitoraggio ambientale. "Arrivano conferme da Arpa su Eni Versalis - attacca - Ieri ARPA, in un'audizione in regione, conferma che la rete di monitoraggio di qualità dell'aria per il petrolchimico è inadeguata. Non è pensabile controllare emissioni e ricadute delle stesse con due centraline di proprietà Versalis con dati non validabili. Sempre Arpa con una nota ad ISPRA e al Ministero Ambiente afferma che gli episodi dello scorso maggio, che hanno portato alle ordinanze sindacali, CONFERMANO la necessità di una completa revisione della rete di monitoraggio della qualità dell'aria. Inoltre, nella stessa nota, affermano che nell'ambito del procedimento di riesame AIA debbono essere definite specifiche prescrizioni tecniche atte a regolamentare il corretto esercizio delle Torce. Sono affermazioni importanti che confermano la nostra linea. Occorre una reale rete di monitoraggio inserita in Aia e gestita da Arpa all'interno del Petrolchimico e investimenti che migliorino la sicurezza dell'impianto. Questa è la strada, l'unica percorribile per tenere insieme salute e lavoro".

Potrebbeinteressarti


Rigenerazione sostenibile, appello a 20 sindaci dei Comuni brindisini: progetto di riforestazione per ridare verde e bellezza al Salento

Dopo il ciclo di incontri con i sindaci dei Comuni del Leccese e del Tarantino, il Distretto Agroalimentare Jonico Salentino (DAJS) è pronto a sensibilizzare tutte le amministrazioni locali del Brindisino sul Piano di Rigenerazione sostenibile e sul progetto di riforestazione, per ridare verde e bellezza al Salento ferito da Xylella fastidiosa