Ambiente Brindisi 

Caso Versalis, pieno mandato a Rossi in Consiglio per la svolta ambientalista

BRINDISI - Nel Consiglio comunale monotematico del 27 maggio 2020 sulla questione ambientale, in videoconferenza per l'emergenza covid, passa la linea ambientalista: il sindaco Riccardo Rossi riceve p...

BRINDISI - Nel Consiglio comunale monotematico del 27 maggio 2020 sulla questione ambientale, in videoconferenza per l'emergenza covid, passa la linea ambientalista: il sindaco Riccardo Rossi riceve pieno mandato per dar vita a un tavolo con governo e vertici aziendali di Eni/Versalis e altre multinazionali affinché assumano nuovi impegni e facciano ulteriori investimenti, ma anche perché si punti su piani di sviluppo che cambino radicalmente e in maniera sostenibile i percorsi industriali del territorio brindisino. L'azienda ha chiesto il ritiro dell'ordinanza per tornare a sedersi al tavolo, ma il sindaco va avanti. È stata prolungata l'ordinanza di sospensione dell'attività dell'impianto fino all'esito definitivo delle indagini Arpa. Il sindaco contesta emissioni odorigene con picchi di benzene e toluene. I consiglieri di opposizione Gianluca Quarta, Carmela Lomartire, Umberto Ribezzi, Massimiliano Oggiano, Roberto Cavalera, Ercole Saponaro e Luciano Loiacono non hanno partecipato alla seduta: lamentano un mancato coinvolgimento e anche l'assenza di dialogo coi sindacati. Assenti anche i pentastellati che rimproverano l'intervento tardivo al primo cittadino. Riccardo Rossi ha stigmatizzato atteggiamento delle opposizioni: "di fronte a una sfida così epocale non ci posso essere divisioni. Non vogliamo mettere in strada 1500 persone, ma dare serenità e sicurezza anche al resto dei cittadini" - ha affermato. La Lega si è divisa a causa dell'ordine del giorno di sostegno al primo cittadino: il consigliere Massimo Ciullo ha dato il suo appoggio al sindaco, mentre Ercole Saponaro si astiene e guadagna l'appoggio della Lega-Puglia. Continuano le tensioni fra il sindaco Riccardo Rossi e i sindacati: "Qualche sindacalista persegue fini politici ai limiti della diffamazione e non mi sembra interlocutore serio". Rossi ha spiegato che si è arrivati alla chiusura dopo centinaia di segnalazioni dei cittadini. Senza garanzie l'impianto resta chiuso.

Potrebbeinteressarti


La biodiversità dei fondali marini della ZSC “Litorale brindisini” - Progetto SASPAS “Safe Anchoring and Seagrass Protection in the Adriatic Sea”

In programma il 21 giugno 2022 alle ore 17:30, a Fasano (BR) presso la Sala di Rappresentanza del Comune, l’evento “La biodiversità dei fondali marini della ZSC”, “Litorale brindisino”organizzato dal Parco Naturale Regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo per un confronto sul tema della tutela della biodiversità dell’ecosistema marino