Mesagne Altri Sport 

Tokyo: dal taekwondo con il mesagnese Vito Dell’Aquila la prima medaglia d’oro azzurra

Prima medaglia d’oro alle olimpiadi di Tokyo con il 20enne azzurro Vito Dell’Aquila. Il giovane di Mesagne ha sconfitto nella categoria 58kg, il tunisino Mohamed Khalil Jendoubi per 16-11. Una finale molto combattuta, che ha visto l'azzurro indietro nel punteggio nei primi due round. Proprio in extremis però sono arrivate le combinazioni per un oro storico.

Prima medaglia d’oro alle olimpiadi di Tokyo con il 20enne azzurro Vito Dell’Aquila. Il giovane di Mesagne ha sconfitto nella categoria 58kg, il tunisino Mohamed Khalil Jendoubi per 16-11. Una finale molto combattuta, che ha visto l'azzurro indietro nel punteggio nei primi due round. Proprio in extremis però sono arrivate le combinazioni per un oro storico. Negli ottavi di finale l'atleta mesagnese ha sconfitto l'algerino Salim, ai quarti di finale ha battuto il thailandese Sawekwiharee, in semifinale ha superato l'argentino Guzman ed in finale ha trionfato contro il già menzionato rappresentante tunisino Jendoubi. 


IL COMMENTO DEL SINDACO DI MESAGNE: "VITO DELL'AQUILA È UN ESEMPIO STRAORDINARIO PER I GIOVANI"


Vito Dell'Aquila vince la Medaglia d’Oro alle Olimpiadi di Tokyo. Dopo essere arrivato in finale senza grandi difficoltà, il ventenne mesagnese ha trionfato contro l’atleta tunisino Mohamed Khalil Jendoubi. Ad esultare per la sua straordinaria vittoria c’è una comunità intera, che con Vito rivive il successo  di Carlo Molfetta, Oro olimpico a Londra nel 2012 e ripercorre le emozioni per i numerosi successi dei tanti campioni che la scuola di taekwondo “New Marzial”, attraverso il team guidato dal maestro Roberto Baglivo, ha allenato in anni di intensa attività agonistica.


“Vito è un ragazzo straordinario. La sua educazione, improntata ai migliori valori dello sport e della vita, è un esempio straordinario per i giovani della sua età e per una città che è orgogliosa di lui. La sua medaglia rappresenta il giusto riconoscimento per i tanti sacrifici sopportati e per la grande passione sportiva che coltiva sin da bambino. Il suo traguardo vale molto per tutti noi”, ha dichiarato il sindaco Antonio Matarrelli, emozionato per la vittoria del giovane atleta e suo primo fan. Il nome di Mesagne,  che nell’ex scuola media “Marconi” ospita il  Centro Federale di Taekwondo, si lega sempre più alla pratica di una disciplina sportiva che al nome della città associa l’eccellenza di una pratica esercitata ai massimi livelli e che vede così arricchire il prestigioso palmarès degli onori.


“Complimenti a Vito, alla sua meravigliosa famiglia e ai suoi allenatori: attendiamo il suo rientro per festeggiare nel miglior modo possibile e consentito”, ha concluso il primo cittadino.

Mesagne, che dimostra ancora una volta di meritare il titolo di capitale italiana del taekwondo, si prepara ad accogliere Vito al suo ritorno. A braccia aperte, per stringerlo nella bandiera azzurra e in quella della città.




BENE L'ITALIA NEL MEDAGLIERE, ATTUALMENTE È SECONDA


Ottimo avvio per la delegazione italiana alle Olimpiadi di Tokyo 2020, la squadra azzurra è attualmente seconda nel medagliere: ha finora collezionato una medaglia d'oro, il successo di Dell'Aquila nel Taekwondo (categoria 58 kg), e una medaglia d'argento conquistata da Luigi Samele nella Sciabola individuale in seguito alla sconfitta in finale contro l'ungherese Aron Szilágyi. Secondo le statistiche concernenti il medagliere olimpico di Tokyo 2020 elaborate da Olympics.com, la Cina guida attualmente la classifica con quattro medaglie (tre medaglie d'oro e una di bronzo); al secondo posto, a pari merito con l'Italia, i padroni di casa del Giappone con una medaglia d'oro ed una medaglia d'argento. Si posiziona al quarto posto la Corea del Sud, che ha vinto una medaglia d'oro e due medaglie di bronzo.

Potrebbeinteressarti

Alla 25ª Luzzi - Sambucina “The Doctor” conquista la vittoria

FASANO - Nella nona tappa del CIVM, il portacolori della Eptamotorsport Angelo “The Doctor” Loconte ha centrato l’obbiettivo che si era prefissato e che aveva ampiamente dichiarato già nelle verifiche del venerdì: salire sul gradino più alto del podio della cronoscalata Luzzi - Sambucina.


Happy casa: ingaggiato Josh Perkins

“Seguivamo il giocatore già da qualche anno e finalmente è giunto il momento di riuscire a lavorare insieme - il commento del ds Giofrè. Josh sarà il nostro nuovo playmaker ed anche a lui non possiamo che augurare di trovare una dimensione importante con noi a Brindisi“.

Happy casa: Jeremy Chappell firma fino al 2023

Reduce dalle ultime due annate in LBA con la Reyer Venezia, ‘Choppa’ fa il suo ritorno in biancoazzurro, colori che ha vestito nella stagione 2018/19 da assoluto protagonista alla media di 13 punti, 5.4 rimbalzi e 2.6 assist a partita.