Riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza: guardia alta contro gli assembramenti

mercoledì 10 febbraio 2021

BRINDISI - Si è svolta stamane, in modalità videoconferenza, una riunione presieduta dal Prefetto Bellantoni alla quale hanno preso parte, oltre ai vertici delle Forze dell'Ordine, i Sindaci dei Comuni della provincia, per monitorare l'andamento delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, alla luce della preannunciata collocazione della Regione Puglia in zona gialla, che scaturirà dall’ordinanza del Ministro della Salute di prossima emanazione. Nel corso dell’incontro, il Prefetto ha evidenziato la necessità di potenziare i dispositivi di controllo del territorio, con il maggior concorso anche delle Polizie Locali, nel prossimo fine settimana,nelle fasce orarie di particolare affluenza e nei luoghi più frequentati dai giovani, al fine di scongiurare il verificarsi di situazioni di criticità dovute ad assembramenti che comunque non sono consentiti.

Il Prefetto ha sottolineato che i continui servizi di presidio del territorio hanno dato modo di gestire situazioni delicate, ma delicato è il passaggio fra zona arancione e zona gialla, perché ciò non dovrà significare un abbassamento della soglia di attenzione, permanendo l’esigenza della massima collaborazione di tutti, cittadini ed operatori economici. Al termine dell’esame dell’argomento, è stato approfondito con i vertici territoriali delle Forze dell’Ordine, il grave episodio dell’incendio di un chiosco, accaduto la notte scorsa in questo Capoluogo, oggetto di accurate attività investigative.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
06/03/2021
Nella serata del 5 marzo, i militari della Stazione ...
Cronaca
05/03/2021
OSTUNI - La squadra mobile di Brindisi ha eseguito dieci ...
Cronaca
03/03/2021
Ieri, 2 Marzo 2021, operatori della Sezione Volanti della ...
Cronaca
27/02/2021
È morto a 25 anni, sulla strada che collega San Vito dei Normanni a Serranova, ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...