Covid, a Brindisi e Villa Castelli salgono i contagi: Cellino torna a zero positivi

sabato 12 settembre 2020

Sono 6.367 i casi totali confermati, 1599 attualmente positivi (48,8% femmine e 51,4% maschi) e 76 nuovi casi su base odierna, il bollettino epidemiologico per l'emergenza Covid-19, diramato dalla Protezione Civile-Puglia, prospetta uno scenario destinato probabilmente ad aggravarsi con l'avanzata del freddo e dei virus stagionali. 1402 cittadini affetti dal virus sono ricoverati presso il proprio domicilio, 197 si trovano negli ospedali, dall'inizio dell'emergenza sono deceduti in 570 (+0 rispetto a ieri) e guariti in 4.198. Il bollettino rende noto lo stato clinico rapportato a 6.359 casi: il 69,4% è asintomatico (percentuale sempre più in aumento, il picco del 70% è vicinissimo ormai). Se da un lato è positivo che i pazienti siano asintomatici perché non presentano sintomi e conseguenze per la propria salute, d'altra parte questo stato di cose potrebbe risultare una complicazione notevole per combattere un virus che ha "un esercito" di asintomatici, ovvero positivi più difficili da individuare e che mettono più a rischio i soggetti più esposti, come gli anziani. Il 15,4% è pauci-sintomatico, il 12,8% manifesta sintomi in forma lieve, il residuo 2,4% affronta il virus nelle condizioni peggiori, esternando sintomi molto invasivi (stato clinico critico/severo). L'87,7% di chi contrae il virus si cura nella propria abitazione, l'11,8% si cura in ospedale e lo 0,5% finisce nelle terapie intensive.

È utile a fini statistici e di corretta informazione sottolineare che il dato degli ospitati in terapia intensiva è stabile, a dimostrazione che la seconda ondata, se ci sarà, non si è ancora mostrata in tutta la sua potenza. L'età mediana dei casi rimane ancorata a 56 anni: il 6,2% ha tra zero e diciotto anni, il 41,2% ha tra diciannove e cinquant'anni anni, il 30,6% ha tra cinquantuno e settant'anni, il 22,1% ha più di settant'anni. Il quadro generale dei morti per età risente di diseguaglianze anche all'interno delle stesse fasce (rilevazione eseguita sui 570 accertati, letalità generale 9%) , a dimostrazione che il Sars-Cov-2 è tutto fuorché imparziale: le fasce 0-9, 10-19 e 20-29 non hanno riscontrato alcun decesso dall'inizio dell'emergenza (letalità 0%); le percentuali rimangono irrisorie fino alla mezza età, dopo i cinquant'anni lo scenario diviene sempre più frequentemente letale: 30-39 (5 decessi, letalità 0,7%), 40-49 (9 decessi, letalità 1%), 50-59 (27 decessi, letalità 2,3%), 60-69 (57 decessi, letalità 6,7%), 70-79 (140 decessi, letalità 23,9%), 80-89 (222 decessi, letalità 37,1%), più di 90 (101 decessi, letalità 41,2%). In provincia di Brindisi, mutano sensibilmente gli equilibri della pandemia: nel capoluogo sale il numero dei contagiati, collocando la città nella fascia 6-10, stesso discorso per Villa Castelli (6-10); il focolaio rimane forte a Fasano, che è collocato nella fascia 11-20. È stabile Carovigno (6-10), buone notizie da Cellino San Marco dove il virus è scomparso dalle rilevazioni ed è tornato ufficialmente il bianco (0 contagiati sul territorio comunale) nella mappa epidemiologica. Il resto della provincia è nella fascia 1-5, ad eccezione di San Pietro Vernotico (0 contagiati). Il numero di casi confermati per la Provincia di Brindisi dall'inizio dell'emergenza è 739.

BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA, 12 SETTEMBRE 2020

Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi sabato 12 settembre 2020 in Puglia, sono stati rilevati 3.764 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 76 casi positivi: 47 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi; 2 in provincia BAT, 12 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Taranto,1 provincia non nota. NON sono stati registrati decessi. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 346.764 test. 4.198 sono i pazienti guariti. 1.599 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 6.367, così suddivisi: 2.383 nella Provincia di Bari; 515 nella Provincia di Bat; 739 nella Provincia di Brindisi; 1.509 nella Provincia di Foggia; 716 nella Provincia di Lecce; 451 nella Provincia di Taranto; 52 attribuiti a residenti fuori regione; 2 provincia di residenza non nota. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

DICHIARAZIONI DEI DG DELLE ASL:

Dichiarazione Dg Asl Bari, Antonio Sanguedolce: “Il bollettino epidemiologico registra oggi in provincia di Bari 47 casi di positività al SARS – COV – 2, di cui 36 sono contatti stretti di casi già individuati e sotto sorveglianza. Il Dipartimento di prevenzione ha avviato indagini – prosegue Sanguedolce – sui restanti 11 casi positivi, con l’obiettivo di individuare origine e fattori di rischio”. Dichiarazione del Dg Asl Brindisi Giuseppe Pasqualone: “Il primo caso è un rientro dalla Grecia, il secondo è una dipendente dell'azienda di Polignano a Mare (Ba) che era stata a stretto contatto con un caso accertato. Il terzo, infine, è un tampone di controllo”.

Dichiarazione del Dg Asl Bt, Alessandro Delle Donne: “2 casi oggi Nella Bat: 1 è un contatto stretto di un positivo registrato nei giorni scorsi mentre sull' altro sono in corso le indagini del dipartimento di prevenzione”. Dichiarazione del Dg della Asl Foggia, Vito Piazzolla: “In data odierna, in provincia di Foggia, sono state accertate 12 nuove positività, tutte collegate a casi già noti. Come da procedura, sono state prese in carico dal servizio di Igiene che ne monitora quotidianamente lo stato di salute”. Dichiarazione del Dg Asl Lecce, Rodolfo Rollo: “Dei 4 casi registrati oggi dalla Asl Lecce, uno era già in isolamento perché aveva avuto contatti con un positivo, uno è un rientro dalla Romania, uno un rientro dall’Albania e l’ultimo è un residente accertato con lo screening prima di una prestazione sanitaria e su cui sono in corso le indagini epidemiologiche”. Dichiarazione Dg Asl Taranto, Stefano Rossi: “I 7 casi positivi Covid a Taranto sono riconducibili a pazienti appartenenti a nuclei di congiunti positivi già riscontrati in precedenza e seguiti, osservati durante l’indagine epidemiologica del Dipartimento di Prevenzione”. Thomas Invidia

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
20/09/2020
PUGLIA - Il nuovo corinavirus continua a circolare nella ...
Sanità
19/09/2020
PUGLIA - I contagi non di fermano nella regione, ma ...
Sanità
18/09/2020
PUGLIA - Anche oggi, venerdì 18 settembre 2020, la provincia di Brindisi registra ...
Sanità
17/09/2020
PUGLIA - Il SARS-CoV-2 oggi, giovedì 17 settembre 2020, torna a colpire anche a ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...