Scommesse impossibili: la Lazio scivola con il Lecce, il 2-1 quotato a 81. Il Milan stende la Juve, il 4-2 si giocava a 71

mercoledì 8 luglio 2020

La Lazio si fa battere dal Lecce per 2-1, e scivola a +7 dalla Juve; poco dopo però arriva il Milan che rifila ai bianconeri un 4-2 e rimette le cose in ordine per la corsa allo Scudetto. Due risultati decisamente inattesi che spiazzano, prima di tutti, i bookmaker. "Lazio subito in vantaggio al 5', con Parolo che approfitta di un rinvio sfortunato e dà l'assist vincente a Caicedo - commentano dalla redazione AGIMEG - La partita sembra a quel punto sembra seguire un copione già scritto, fino a quando il Lecce pareggia al 30' con Babacar. Poi passa definitivamente in vantaggio all'inizio del secondo tempo con Lucioni. Esulta Liverani secondo cui la vittoria vale più dei 3 punti, visto che il Lecce naviga in zona retrocessione. Allibiti i bookmaker che quotavano il Lecce a 10, contro l'1,30 della Lazio. Quota stellare anche per il 2-1 finale, si giocava a 81,00. Anche Milan-Juve all'inizio sembra rispettare in tutto i pronostici, con i bianconeri che nei primi minuti della ripresa segnano due goal. Il Milan però non si dà per vinto e ribalta la partita nel giro di un quarto d'ora. Dopo aver accorciato le distanze su rigore (Ibrahimovic) al 17' della ripresa, pareggia al 21' con Kessie, e un minuto dopo passa in vantaggio con Rafael Leao. Al 35' del secondo tempo chiude definitivamente i giochi con la rete di Rebic. I bookmaker avevano puntato tutto sulla Juve, la cui vittoria era quotata a 2,10, stessa quota (3,50) invece sia per il pareggio, sia per la vittoria del Milan. IL 4-2 poi pagava 61 volte la posta".

Altri articoli di "Tempo libero"
Tempo libero
01/07/2020
Almeno quattro barche a vela partite dalle coste salentine ...
Tempo libero
17/04/2020
La Regione Puglia oggi ha dato il via libera ...
Tempo libero
23/02/2020
Il Carnevale arriva anche al Sud, la festività ...
Tempo libero
19/12/2019
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...