Amati: “Ragazzi con disabilità psico-fisiche ancora reclusi: è disumano”

giovedì 25 giugno 2020

“I ragazzi con disabilità psico-fisica sono letteralmente reclusi da quasi quattro mesi nelle strutture residenziali, nonostante tutto il mondo sia ormai in attività e il rientro settimanale in famiglia faccia parte del trattamento terapeutico. Sono diversi giorni che combatto su questo fronte ricevendo risposte in burocratese e da timor di firma e a dispetto di ogni ragionevolezza tecnica, che nell’immaginario collettivo rischiano di richiamare a carico della pubblica amministrazione ingiusti giudizi di crudeltà e assenza di cuore”. Lo dichiara il Consigliere regionale Fabiano Amati, Presidente della Commissione regionale bilancio. “Come ho già detto ieri, purtroppo ancora inascoltato, ai ragazzi con disabilità psico-fisica è vietato di fare rientro in famiglia nel fine settimana, per evitare il rischio contagio da Coronavirus. Tale provvedimento ha bisogno di essere urgentemente modificato perché - prosegue Amati - il rientro in famiglia fa parte del trattamento terapeutico; nel bilanciamento di tale interesse con l’esposizione al rischio contagio, il perdurare della misura assume caratteri insalubri e quindi afflittivi. A tal proposito, e sembra in punto di tecnica, l’affievolimento delle misure per tutte le attività, comprese quelle dei centri diurni, rischia di sembrare un inutile accanimento nei confronti dei ragazzi con disabilità e delle loro famiglie. La pronta soluzione del problema - aggiunge in chiusura - sarà ciò che mi farà desistere dall’intervenire domani e nei prossimi giorni sullo stesso argomento”.

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
10/07/2020
PUGLIA - Sono emersi tre nuovi tamponi positivi a ...
Sanità
09/07/2020
PUGLIA - Oggi, giovedì 9 luglio 2020, il bollettino ...
Sanità
09/07/2020
Sono buone le condizioni di salute del turista lombardo ...
Sanità
08/07/2020
PUGLIA - L'unico caso di positività al SARS-CoV-2 ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...