Maturità, solo orale con sguardo a ciò che si è fatto. La proposta dei vaccini

domenica 17 maggio 2020

Il Ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, ieri in una diretta Facebook ha delineato i caratteri definitivi dell'Esame di Stato 2019/2020: il colloquio "allargato", della durata massima di un'ora, inizierà il 17 Giugno con turni di cinque candidati a giornata. La prova sarà in presenza, verificando lo scenario epidemiologico delle specifiche aree territoriali di riferimento. Il credito di partenza sarà di massimo 60 punti e si potranno ottenere 40 punti al colloquio, sarà possibile inoltre ambire al "100 e Lode". La prova orale sarà divisa in cinque passaggi: discussione di un elaborato concernente le materie della ex seconda prova (Matematica e Fisica allo Scientifico; Greco e Latino al Classico ecc...), analisi di un testo di italiano, studiato durante il quinto anno, conversazione su materiale proposto dalla commissione che riguardi le altre materie oggetto dell'esame, discorso sulle esperienze svolte di Alternanza Scuola-Lavoro e Cittadinanza e Costituzione.

Il Ministro ha chiesto ai docenti di chiedere agli studenti, durante l'esame, nella parte inerente Cittadinanza e Costituzione di discutere anche del loro modo di affrontare la pandemia da Covid-19. Oltre alla Maturità, la scuola che verrà dovrà fare i conti inevitabilmente con l'imperversare del Covid-19 e, più in generale, con possibili nuove forme virali pandemiche e rischi legati alla salute pubblica. La modernità richiede anche organizzazione e capacità di farsi trovare pronti di fronte alle sfide del futuro, in questo contesto si inserisce una proposta di Forza Italia.

L'onorevole Maria Stella Gelmini, ex Ministro dell'Istruzione, giovedì scorso ha presentato una mozione che chiede un impegno del governo affinché si intervenga nel Paese per stimolare la cultura vaccinale e la prevenzione, con convegni e conferenze nelle scuole e nei luoghi di lavoro. La mozione ha il fine di sensibilizzare in merito alla campagna vaccinale contro ’influenza causata da virus del genere Orthomixovirus; all'esecutivo è richiesto di inserire nella campagna vaccinale anche la fascia di età 6-14 anni. Infine, si chiede di adottare iniziative per introdurre l’obbligo vaccinale gratuito per tutte le categorie a cui oggi è raccomandata la vaccinazione. Fra le altre richieste, Gelmini chiede l’impegno del Governo anche ad estendere la raccomandazione alla profilassi vaccinale, che oggi è prevista per gli ultra sessantacinquenni, ai soggetti con più di sessant’anni.

Thomas Invidia

Altri articoli di "Scuola"
Scuola
28/09/2020
OSTUNI - L'asilo nido comunale ha chiuso per sanificazione ...
Scuola
25/09/2020
BRINDISI - Ieri è stato un giorno importante per ragazzi e bambini che sono ...
Scuola
19/09/2020
FRANCAVILLA FONTANA - L'idea di mettere ai ragazzini la ...
Scuola
16/09/2020
di Gaetano Gorgoni  Nessuna grande rivoluzione a ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...