Festa della mamma, ma le madri sempre più penalizzate se lavoratrici

domenica 10 maggio 2020

La seconda domenica del mese di Maggio in Italia, così come nella maggior parte dei Paesi europei e per tre quarti del mondo, si celebre la festa della Mamma. Purtroppo le donne madri lavoratrici sono sempre più penalizzate in Italia: spesso devono scegliere tra lavoro e figli e spesso mancano gli asili nido per poterle fare lavorare serenamente. La festa della Mamma, nel nostro Paese, non ha un'origine comune e si può ricercarne la nascita in diversi periodi della nostra storia: nel 1933, in pieno regime fascista, durante la vigilia di Natale si tenne la Giornata nazionale della Madre e del Fanciullo al fine di rimarcare lo stretto legame tra Fascismo e le politiche a sostegno della famiglia, della natalità e della demografia italiana. Nella storia repubblicana, invece, nel '58 al Senato fu presentato un disegno di legge che voleva l'istituzione di una giornata nazionale per celebrare il ruolo della madre nella famiglia e nella società.

Il procedimento legislativo ricevette molte critiche e non ebbe esito positivo, ma fu un primo passo: da quel momento in Italia si dedica alla Mamma la seconda domenica di Maggio. Non esiste una data univoca a livello mondiale, i diversi Paesi hanno scelto una data che cade a Febbraio (Norvegia), Marzo (Bulgaria, Albania, Serbia ecc...), Ucraina, Cina e Grecia festeggiano la seconda domenica di Maggio come in Italia, la Corea del Nord festeggia il 16 Novembre e la Russia festeggia l'ultima domenica di Novembre. Nonostante sia doveroso apprezzarlo ogni giorno, il ruolo della madre a tutela del nucleo familiare e fondamento della coesione sociale è alla base della vita e del corretto sviluppo della personalità dei figli. Non esiste attualmente una data unica per una giornata mondiale della Mamma, però sarebbe un'iniziativa simbolica per celebrare il baluardo della nostra felicità e serenità. La figura della madre è una figura chiave nello sviluppo psicofisico del figlio: un corretto rapporto con il riferimento materno aiuta a crescere in equilibrio, serenamente e correttamente. Oggi la figura della madre in Italia è penalizzata, soprattutto se lavoratrice a tempo pieno, perché gli asili nido mancano, costano e spesso non coprono le ore necessarie. 


Thomas Invidia

Altri articoli di "Eventi"
Eventi
02/07/2020
PUGLIA - Si riparte con tutti gli eventi della tradizione ...
Eventi
01/07/2020
PUGLIA - Ora che i dati consentono di tirare un sospiro di ...
Eventi
23/06/2020
Parte con la bandiera arcobaleno che campeggia sul palazzo ...
Eventi
17/06/2020
Non potendo fare la tradizionale parata, gli organizzatori ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...