Il ministro Franceschini propone di bloccare le assegnazioni degli stabilimenti

venerdì 24 aprile 2020

Federbalneari Sez. Salento e Puglia gioisce per il segnale di considerazione che viene dal Ministero. “Accogliamo con soddisfazione la proposta del Ministro Franceschini di sospendere ogni procedimento di riassegnazione o riacquisizione delle concessioni balneari - spiega il presidente Mauro Della Valle -  Questo provvedimento va nella di auspicata da Federbalneari nei giorni scorsi ossia quella di procedere subito alla fase di attuazione della legge n.145/2018, per fornire certezze e stabilizzare il sistema delle imprese balneari con termine del periodo concessorio al 31122020. Senza la certezza dell’estensione della durata delle concessioni, infatti, gli imprenditori balneari, già drammaticamente colpiti dalla crisi del sistema turistico dovuta al Covid-19, non possono avere accesso a nessuno degli strumenti di credito previsti per le altre categorie e, quindi, a nessun sostegno economico.

È evidente come questa situazione di incertezza sottoponesse gli imprenditori balneari a grandissimi interrogativi sull’avvio della stagione. Questo è un, seppur fondamentale e importantissimo, primo passo: è necessario ora che i Comuni recepiscano immediatamente il provvedimento rendendolo operativo e che il Governo prenda in considerazione il pacchetto di misure economiche straordinarie a sostegno del comparto del turismo e del sistema delle concessioni demaniali italiane presentate da Federbalneari nei giorni scorsi per evitare il collasso di uno dei comparti economici più importanti del Paese che coinvolge 30.000 famiglie ed 1 milione di posti di lavoro”. 

Altri articoli di "Turismo"
Turismo
22/05/2020
Nuovi scenari per l’extralberghiero in Puglia: al via ...
Turismo
17/05/2020
La deputata brindisina Anna Macina e ...
Turismo
15/04/2020
È un’emergenza nell’emergenza quella che ...
Turismo
18/02/2020
SALENTO - Arrivano i voli in mongolfiera, per turisti ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...