Scuola, Leo: “Inutile aprire prima di settembre. Esami con commissioni interne”

mercoledì 22 aprile 2020

Da qualche giorno il Ministero dell'Istruzione ha chiarito, con ordinanza, che le commissioni per l'Esame di Stato saranno interne con presidente esterno. Adesso il nodo da sciogliere riguarda le modalità di svolgimento dell'esame. Abbiamo intervistato l'assessore regionale all'istruzione, Sebastiano Leo. 

Assessore, le novità del Ministero sugli esami di Stato convincono l'assessorato all'istruzione?

"Attendiamo di capire come si svilupperanno le prove. Per l'orale in presenza, io aspetterei la Fase 2 prima di procedere. La nuova certezza deriva dalle commissioni interne: gli insegnanti conoscono i ragazzi. La commissione interna è più importante dell'esterna. Non è l'esame in sé che può giudicare compiutamente lo studente".

Le risorse del governo sono arrivate a tutte le scuole pugliesi?

"Sono arrivate risorse sia dal governo che dalla regione a tutte le scuole: le scuole più attrezzate sono riuscite a fare meglio. Chi era indietro ha faticato di più. Non è una questione di differenza territoriale, perché anche nella stessa città ci possono essere situazioni differenti".

In generale, la Puglia ha reagito benissimo. - Lei riaprirebbe le scuole prima linea di settembre? 

"No, sono contrario. Ormai l'anno è andato, non ha senso tornare prima di settembre. Adesso è più giusto che i ragazzi continuino con la didattica a distanza. Se nella Fase 3 tutto andrà bene, si riprenderà con le dovute cautele e accortezze".

La questione dei bandi come sta impegnando la Regione?

"Io sono favorevole ai concorsi, la scuola ha bisogno di personale. Non si può fare un concorso a distanza, dobbiamo verificare come far svolgere i concorsi".

La Regione ha chiesto al governo di avere più risorse dall'Europa per l'istruzione?

"L'Europa sta facendo quello che deve fare, il governo sta lavorando bene. Le istituzioni stanno lavorando bene. Le risorse ci sono e sono arrivate, sono convinto che si andrà ancora meglio in futuro".

La Regione quali passi compirà in futuro per assistere le scuole?

 "Stiamo preparando un grande progetto, che darà un grosso contributo alla scuola pugliese. È ancora in fase istruttoria e riguarderà le tecnologie e le fragilità degli studenti. Riguarderà l'Assessorato all'istruzione e Formazione".

Thomas Invidia

Altri articoli di "Scuola"
Scuola
22/10/2020
PUGLIA - Anche se della nostra regione i numeri sono molto ...
Scuola
16/10/2020
Il Liceo Artistico ‘Simone’ di Brindisi riceve ...
Scuola
28/09/2020
OSTUNI - L'asilo nido comunale ha chiuso per sanificazione ...
Scuola
25/09/2020
BRINDISI - Ieri è stato un giorno importante per ragazzi e bambini che sono ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...