Scuola, vertice Ministero-Regioni. Leo: “Fondi insufficienti: metteremo 2 milioni”

martedì 7 aprile 2020

L'Assessore regionale all'Istruzione, Sebastiano Leo, è stato impegnato in mattinata in videoconferenza con il Ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, per approfondire le problematiche, le criticità e le strategie di intervento nella scuola pugliese. Ieri è stato approvato il Decreto Scuola che ha disciplinato diversi aspetti del settore dell'Istruzione: il Ministro, per l'anno in corso, assume poteri di emanare ordinanze in materia di Esami di Stato e di altre questioni urgenti. La maturità sarà, se si rientrerà entro il 18 Maggio, con gli scritti (la seconda prova a cura delle commissioni) e l'orale; se non si rientrerà, solo l'orale. L'esame di Terza media, se non si rientrerà, sarà annullato per lasciare spazio al voto di scrutinio e una tesina. L'anno prossimo ricomincerà il 1 Settembre o il 2 Settembre su tutto il territorio nazionale.

Congelato il sistema dei debiti, gli apprendimenti saranno recuperati il prossimo anno: tutti promossi in questa annualità. Altre misure sono state previste per tirocinanti, abilitazioni e concorsi. Raggiunto telefonicamente, l'Assessore ha dichiarato: "Questa mattina abbiamo discusso con il Ministro della carenza di organico nei nostri istituti, della scarsità dei fondi stanziati per assicurare agli studenti la dotazione di tecnologie per la formazione, del problema vetusto dell'edilizia scolastica, del prolungamento prolungamento del fermo delle attività in presenza, del sistema integrato 0-6 anni e di altre questioni afferenti le attività didattiche. Siamo consapevoli che ci sono aree della Regione in cui la didattica a distanza non è stata attivata. Naturalmente non sarebbe colpa del Ministero se la chiusura dovesse prolungarsi, ma vogliamo chiarezza e risposte concrete per poter programmare al meglio i prossimi mesi e l'avvio del nuovo anno scolastico.

Non vogliamo partire svantaggiati. Al Ministro abbiamo ribadito che gli 85 milioni stanziati sono insufficienti, sicuramente sono un primo intervento e speriamo che ce ne siano altri. Come Regione Puglia, vi posso anticipare che stiamo cercando in questi giorni di mettere a punto un piano per stanziare almeno un paio di milioni di euro per la comunità scolastica. Nelle prossime settimane, cercheremo di fare ancora di più. Siamo consapevoli che, come entità territoriali, possiamo e dobbiamo fare di più per tutelare le famiglie, gli studenti e i lavoratori del mondo scolastico. Abbiamo recepito le loro richieste e istanze, non abbiamo mosso queste critiche al Ministro che sulla base di meri calcoli politici, ma solo nell'interesse della collettività".

Thomas Invidia

Altri articoli di "Scuola"
Scuola
17/05/2020
Il Ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, ieri in una ...
Scuola
15/05/2020
È scottante il tema maturità sul tavolo di governo in questi giorni, i ...
Scuola
22/04/2020
Da qualche giorno il Ministero dell'Istruzione ha chiarito, ...
Scuola
20/04/2020
La questione della riapertura delle scuole sta diventando ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...