Vertice Regione Puglia-Ministero dell’Istruzione per le decisioni sulle scuole

lunedì 6 aprile 2020

PUGLIA - L'Assessore regionale all'istruzione, Sebastiano Leo, incontrerà domani in videoconferenza il Ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina. Dal titolare di Viale Trastevere sono attese delucidazioni in merito al proseguimento dell'attuale anno scolastico, gli esami di conclusione dei cicli di studio, il futuro lavorativo dei supplenti, i concorsi, l'avvio del prossimo anno. Nel decreto sul tavolo odierno del Consiglio dei Ministri, il Ministro dell'Istruzione assume poteri di emanare ordinanze, in materia di esami e di valutazioni, per l'anno scolastico 2019/2020. Le commissioni saranno interne, con un Presidente di provenienza esterna, sia nel caso di rientro a scuola sia nel caso di non rientro e maturità con il solo colloquio. È prevista un'ordinanza ministeriale che disciplini la situazione. Per quanto riguarda le prove di maturità, le modifiche al D.lgs. 62/2017 riguarderanno la sola sostituzione della seconda prova nazionale con una seconda prova elaborata dalla commissione d'esame, nel caso di rientro nelle aule entro il 18 Maggio 2020.

In caso contrario, l'ordinanza ministeriale che modificherà quanto previsto dal suddetto decreto legislativo riguarderà le prove scritte, che saranno eliminate, per lasciare spazio ad un colloquio ampliato. L'ordinanza ministeriale disciplinerà nei dettagli le modalità del nuovo colloquio. Per le disposizioni concernenti la scuola media, a sostituire l'esame integrale sarà una tesina. Gli scrutini potranno svolgersi in modalità telematica. Gli alunni delle classi intermedie saranno nella loro totalità ammessi all'anno successivo, ma recupereranno a Settembre eventuali carenze. La didattica a distanza diviene obbligatoria. I libri di testo adottati nell'anno corrente saranno confermati se non si rientrerà a scuola entro il 18 Maggio. Il Ministero può bandire concorsi anche durante lo stato di emergenza, rinviando naturalmente l’espletamento delle prove.

Nell’ultima bozza quanto ipotizzato per le graduatorie dei docenti precari viene confermato: c'è anche la proroga di un anno delle graduatorie di istituto attualmente vigenti, ivi compresi i relativi elenchi aggiuntivi da compilarsi, per la finestra di inserimento del 2020/21, entro il 31 agosto 2020, anche per i soggetti in possesso del solo titolo di specializzazione sul sostegno. L’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento invece viene anticipato al 2020/21, con efficacia dal 2021/22. Tra i contenuti al vaglio del governo in queste ore c'è la possibilità di avviare il prossimo anno il 1 Settembre, senza escludere la didattica a distanza dalle opzioni.

Thomas Invidia

Altri articoli di "Scuola"
Scuola
17/05/2020
Il Ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, ieri in una ...
Scuola
15/05/2020
È scottante il tema maturità sul tavolo di governo in questi giorni, i ...
Scuola
22/04/2020
Da qualche giorno il Ministero dell'Istruzione ha chiarito, ...
Scuola
20/04/2020
La questione della riapertura delle scuole sta diventando ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...