Giornata Internazionale della Donna al tempo del covid-19, senza feste

domenica 8 marzo 2020

La Giornata internazionale della donna quest’anno si celebra in un momento particolare che vede tutti impegnati a contrastare un pericolo di contagio che ci obbliga a tenere comportamenti prudenti, in ottemperanza alle disposizioni del Governo finalizzatead arginare la diffusione del Covid-19. Per tale ragione, gli appuntamenti pubblici a tema previsti nella nostra città sono stati annullati. L’Amministrazione comunale di Mesagne intende ringraziare tutte le associazioni che si erano impegnate - attraverso presentazioni di libri, convegni e altri appuntamenti e momenti di riflessione e di dibattito – ad onorare tale data. “Proprio in questi giorni – ha ricordato il sindaco Toni Matarrelli - è stato diffuso l’avviso pubblico per la costituzione della “Commissione comunale per le Pari Opportunità, Politiche di Genere e Diritti Civili”.

Un valido strumento che, siamo fiduciosi, potrà far scaturire un contributo fondamentale in termini di progettualità e azioni concrete per contrastare ogni forma di potenziale discriminazione”. Pur dovendo rinunciare alle celebrazioni ufficiali, le riflessioni sul significato della Giornata restano importanti. “Non si può sottacere che la lotta alle disuguaglianze, alle discriminazioni e soprattutto alla violenza contro le donne continui ad essere unaquestione sempre attuale; occorre impegnarsi ogni giorno e con tenacia affinché la parità di genere diventi un obiettivo concreto e non solo formale”, ha ricordato Antonio Calabrese, consulente cittadino alle Pari Opportunità. Merita una speciale menzione il fatto che siano state tre donne, tre ricercatrici italiane - le protagoniste dell'impresa all'Istituto nazionale “Lazzaro Spallanzani” di Roma - ad isolare il nuovo Coronavirus, una svolta importante che apre la strada a possibili terapie e al vaccino. Il momento è quello giusto per ringraziare, senza retorica alcuna,tutti gli operatori che stanno affrontando con grande professionalità ed encomiabile impegno questa emergenza sanitaria; in particolare, le tante operatrici che in qualità di medici, infermieri, oss sono chiamate a conciliare la vita privata con tantostraordinario ed insostituibile impegno professionale.

Altri articoli di "Società"
Società
17/03/2020
È inevitabile che la quarantena imposta alla ...
Società
15/03/2020
La fuga dal nord continua: tanti salentini tornano al sud e ...
Società
01/03/2020
"Arbeit macht frei": menzogne e propaganda del ...
Società
23/02/2020
Il Carnevale arriva anche al Sud, la festività ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...