Sondaggio commissionato dal Pd che vede Fitto in testa? I dem smentiscono

domenica 1 marzo 2020

PUGLIA - Circola da giorni, dopo che "Il Foglio" lo ha lanciato: si tratta di un sondaggio attribuito al Pd che galvanizza il centrodestra. La smentita è arrivata questa sera dalla direzione romana del Partito Democratico: "La Direzione del Pd ha commissionato, con diversa cadenza temporale, sondaggi su orientamenti e valutazioni politiche nelle regioni che vanno al voto. A oggi sulla Puglia, a quanto ci risulta, l’elaborazione è ancora incompleta e non conclusa. In ogni caso il Pd è impegnato a sostenere la candidatura di Michele Emiliano, confermata largamente anche dal voto delle primarie. Siamo certi di essere non solo molto competitivi, ma di poter vincere la sfida contro qualunque candidato del centrodestra, dichiara in una nota Nicola Oddati, coordinatore politico della Segreteria Nazionale del Pd". Anche il segretario Marco Lacarra del Pd Puglia chiarisce di non sapere nulla di questo sondaggio: "Mi piacerebbe saperlo quando fanno qualcosa a Roma: a me non risulta nulla. I sondaggi lasciano il tempo che trovano. Inoltre, senza le liste non hanno senso. Se parliamo di sondaggi, ce ne sono altri due con Emiliano vincente”.

I DATI DEL SONDAGGIO

Nella rilevazione, che qualcuno pensa sia stata commissionata dal Pd, Emiliano sarebbe perdente contro Fitto. Gli scenari sono due: secondo il primo, il governatore uscente della Puglia è senza i Cinque stelle e prende il 32,7; Teresa Bellanova, possibile candidata di Italia viva, Azione e +Europa, prende il 10,1; Fitto, candidato del centrodestra, è dato vincente al 47,8; i Cinque stelle invece sarebbero inchiodati all’8 per cento. Nella seconda ipotesi Emiliano è con i Cinque stelle e perde comunque, fermandosi al 36,4 per cento; dietro di lui Bellanova all’11,7. Fitto invece prenderebbe il 50. Le intenzioni di voto danno il Pd al 23, la Lega al 20,4, Fratelli d’Italia al 20,2, i Cinque stelle al 9,6.

LA LEGA SNOBBA I SONDAGGI

La posizione della Lega pugliese viene spiegata con chiarezza dal deputato Luigi D’Eramo, Segretario Regionale del partito di Salvini: “La nostra area politica sarà unita e vincente in Puglia come in Campania, nelle Marche e in Toscana. Chi fa fare sondaggi con il centrodestra diviso perde soldi e tempo. Se mai fossero veri quelli pubblicati ultimamente, dispiace molto che due di questi (Noto e EMG) siano stati pagati da Fratelli d’Italia. La sintesi tra i leader nazionali Salvini, Berlusconi e Meloni, sarà sicuramente la migliore possibile e quella che intercetta le istanze del nostro elettorato, che sono chiaramente quelle di una coalizione rinnovata nelle idee come nella squadra di governo. Fughe in avanti e imposizioni fanno parte, soprattutto in Puglia, del centrodestra del passato che ha perso per 15 anni. Chi ancora una volta coltiva la tattica delle spaccature non avrà seguito in una coalizione che unita può e deve cambiare il Governo nazionale di Conte e quello pugliese di Emiliano, ma soprattutto deve cambiare al Sud una storia di 50 anni di ritardi, inefficienze, sprechi e clientele“. Chissà se Matteo Salvini la settimana prossima, quando incontrerà Giorgia Meloni per chiudere la partita pugliese, farà lo stesso ragionamento oppure farà un passo indietro per superare l’impasse.

TAG: Pd, Fitto, Emiliano
Altri articoli di "Politica"
Politica
07/04/2020
Due giorni fa il governatore ha mandato un messaggio a ...
Politica
02/04/2020
Il Sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, ha annunciato in un ...
Politica
01/04/2020
ROMA - Il premier Giuseppe Conte cerca di motivare gli ...
Politica
01/04/2020
Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...