Foibe, Casapound bacchetta Salvemini

mercoledì 12 febbraio 2020

A Lecce continuano le polemiche per le frasi di Pippi Mellone contro l'Anpi. “Da quando Salvemini può distribuire attestati di preparazione politica e culturale? Etichettare il sindaco di Nardò Mellone come ignorante per la collaborazione con il nostro movimento è sintomo di arroganza e boriosità, ossia i caratteri del suo vero volto”, si legge nella nota diffusa da Cpi a seguito degli insulti del sindaco di Lecce rivolti al primo cittadino di Nardò per aver chiesto la chiusura di Anpi. “È giusto sottolineare – continua la nota - il suo imbarazzante silenzio sulle sue pagine social durante la Giorno del ricordo, sintomo di un palese disinteresse verso la tragedia dei martiri delle foibe e degli esuli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra.

Un silenzio che segue quello relativo alle tesi negazioniste di Anpi Lecce, che ha definito Norma Cossetto ‘ presunta' martire delle foibe". “Il comportamento del Sindaco Salvemini è altresì contrastante con la legge 92/2004 istitutiva del Giorno del ricordo, la quale prevede che istituzioni ed enti, favoriscano la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende. A Lecce non abbiamo registrato nessuna di questa attività, nonché alcuna celebrazione istituzionale”. “Il sindaco - conclude Cpi - si impegni a dare la stessa rilevanza a tutte le tragedie ed eviti di avallare le becere posizioni negazioniste di Anpi Lecce invocando la libertà di pensiero. Non esistono morti di serie A e di serie B".

TAG: Casapound
Altri articoli di "Politica"
Politica
25/02/2020
BARI - “La collega Laricchia denuncia ...
Politica
24/02/2020
PUGLIA - Non si è ancora risolto il braccio di ferro ...
Politica
20/02/2020
SALENTO - Il tour di Matteo Salvini per le elezioni ...
Politica
19/02/2020
SQUINZANO (LECCE) - Neanche la pioggia sembra poter ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...