Effetto Emilia sulla Puglia. Ancora braccio di ferro del centrodestra su Fitto

martedì 28 gennaio 2020

PUGLIA - Dopo le regionali in Calabria e in Emilia-Romagna, registrata la crescita del centrodestra e la tenuta del Pd, i rapporti di forza nel governo cambiano. I 5 Stelle sono ancora più indeboliti, anche se Antonella Laricchia dice che quel risultato (dove i pentastellati non sono entrati nemmeno nel Consiglio calabrese) era scontato. In Emilia-Romagna vince il centrosinistra anche perché la discesa in campo delle Sardine fa la differenza, come accade da 70 anni, ma la Lega e Fratelli d'Italia crescono sempre di più. Il bipolarismo riemergente dalle regionali fa rifiatare il Pd: l'effetto psicologico per gli uomini di Emiliano è buono, anche se c'è tensione per la possibile spaccatura di Italia Viva, che vuole far correre un renziano contro lo stesso centrosinistra.

Intanto nel centrodestra continua il braccio di ferro sulla candidatura di Fitto. Giorgia Meloni ha rilanciato la candidatura dell'ex ministro di Maglie: "Secondo gli accordi, tocca a Fratelli d'Italia indicare il candidato presidente per la Puglia: Fitto è già in campo". Ma, ieri, nell'assemblea leghista leccese, il vicepresidente Andrea Crippa ha spiegato che si deciderà in queste settimane il nome e che sono ancora in campo i nomi leghisti per la Presidenza della Puglia. Intanto, la Lega Puglia ha chiesto nuovamente a Salvini di intervenire per bloccare la candidatura di Fitto per puntare su un nome nuovo è più fresco. 

Altri articoli di "Politica"
Politica
25/02/2020
BARI - “La collega Laricchia denuncia ...
Politica
24/02/2020
PUGLIA - Non si è ancora risolto il braccio di ferro ...
Politica
20/02/2020
SALENTO - Il tour di Matteo Salvini per le elezioni ...
Politica
19/02/2020
SQUINZANO (LECCE) - Neanche la pioggia sembra poter ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...