I renziani ribadiscono il “mai con Emiliano” e spaccano in Puglia, ecco i comitati

mercoledì 27 novembre 2019

Il fronte del centrosinistra regionale resta spaccato a 6 mesi dalle elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale pugliese. I renziani ribadiscono il motto lanciato dalla ministra Teresa Bellanova: “Mai con Emiliano!”. Non sono serviti a nulla gli appelli all’unità di Lacarra e del ministro Speranza. Se il governatore della Puglia uscente dovesse vincere le primarie contro Elena Gentile, Fabiano Amati e Palmisano, Italia Viva potrebbe optare per una corsa solitaria (magari a braccetto con la Puglia in Più, movimento fondato da Dario Stefano), come sospetta da sempre Ernesto Abaterusso: “Vogliono solo far perdere Emiliano, nemico interno da sempre di Matteo Renzi”.

“Certo cade in errore chi preferisce circoscrivere la presenza di Italia Viva in Puglia alla sola voce della Ministra Teresa Bellanova – spiega il coordinamento di Italia Viva Puglia in un comunicato ufficiale – Noi dei Comitati pugliesi di ItaliaViva ci siamo, le adesioni in Puglia sono in costante aumento, ai tanti Comitati già al lavoro se ne stanno affiancando molti altri. Una vivacità e un entusiasmo politici che rilanciano l’assunzione di responsabilità nei confronti del destino della Puglia, e per questo per Italia Viva “il nostro candidato non è Michele Emiliano”, non parteciperemo a primarie che rischiano di essere una farsa utile solo a legittimare il presidente uscente.

Lo abbiamo sempre detto, lo ripetiamo adesso, prima i programmi poi i nomi, costruire il campo largo del centrosinistra significa liberare il confronto da qualsiasi ipoteca. È la nostra linea politica, espressa con chiarezza nelle ultime settimane da Ettore Rosato e da Teresa Bellanova e pienamente sostenuta da Matteo Renzi. Lo ha detto la Ministra Teresa Bellanova a Lecce venerdì scorso, lo ribadiamo noi ora adesso: alla Puglia serve un cambiamento e un rinnovamento delle classi dirigenti necessario ad archiviare un notabilato che si è fatto mero sistema di potere. Oggi le priorità sono altre: un percorso di ascolto con i territori pugliesi per raccogliere istanze e indicazioni e perché emerga la migliore proposta, un progetto per la Puglia capace di dare risposte concrete sui gravi problemi irrisolti dell’azione regionale in questi anni, dalla sanità ai rifiuti all’agricoltura alle imprese, la messa a valore di tante energie e competenze rimaste silenti, e lungo questo percorso ci rivolgiamo alla Comunità Pugliese.I Comitati ItaliaViva di Puglia: Saviano Nazzareno, Pulsano Nadia Caroppo, Arnesano Umberto Ceci, Bari20Nuovi Antonio Todisco, Bisceglie Caterina Luceri, Galatina Francesco Stolfa, Corato Silvestro Catalano, Locorotondo Tiziana Palmisano, Fasano Graziano Marinelli, Conversano Chiara D’Errico, Vieste Arcangela Lasorsa, Andria Marilù Barnaba, Monopoli Annamaria Gentile, Noci Leone Ramirra, Castellana Grotte Nicola Lagreca, Gravina Matteo Viggiani, Apricena Fabio Squadrone, Cisternino Lorenzo Frattarolo, Foggia “Crescere” Antonio De Sabato, Foggia “Spazio Sociale” Rosa Cicolella, Foggia “Territorio” Bernadette Cappelletta, Foggia “Liberi” Antonio Camarda, Francavilla Fontana Alessandro Caroli, Martina Franca Dino Marino, San Severo Vincenzo Angelini, Martina Franca “Europa” Ada Fiore, Corigliano d’Otranto Ruggiero Crudele, Barletta Francesco Garofalo, Bitonto Massimo Toma, Monteroni Francesca Frisenda, Leverano Angelo Sirsi, Campi Salentina Lorenzo Galasso, Castrì di Lecce Nicola Pertuso, Ruvo di Puglia.

Altri articoli di "Politica"
Politica
08/12/2019
ROMA - Dopo un incontro nella Capitale tra Berlusconi, Meloni e Salvini, non ...
Politica
07/12/2019
BARI - “Cambiare la legge elettorale regionale ...
Politica
02/12/2019
ROMA - I ritardatari sono salvi: niente multe per chi non ...
Politica
26/11/2019
BRINDISI - Ormai è un appuntamento inevitabile ...
BRINDISI - Oggi nel porto di Brindisi è arrivato Babbo Natale: ad accoglierlo tanti bambini e bambine ...