Colonna di fumo denso e nero dallo stabilimento di Brindisi, allarme dei Verdi

sabato 23 novembre 2019

BRINDISI - In un comunicato Domenico Turrisi e Pietro Laritonda, iscritti di Europa verde Brindisi e Fulvia Gravame co-portavoce regionale Verdi Puglia, lanciano l’allarme ambientale: “Per Europa Verde, a Brindisi come altrove, è prioritario tutelare la salute e l'ambiente e che il lavoro sia dignitoso e sicuro e svolto in un luogo salubre. Quanto accaduto ieri, con la sfiammata della torcia dello stabilimento Versalis che ha prodotto una colonna di fumo denso e nero, ci ha preoccuparo molto soprattutto per la qualità dell'aria durante e dopo il fenomeno emissivo. Ci rassicura sapere che il Comune insieme ad ARPA Puglia, stiano monitorando i dati delle centraline per la qualità dell'aria. Considerato che l'accensione odierna della torcia Versalis è stata causata dalla fermata dell’impianto per i lavori necessari a completare il raccordo ferroviario, sarebbe stato opportuno avvisare la cittadinanza e il Sindaco a fornire indicazioni sulle misure da adottare per proteggersi come ad esempio tenere le finestre chiuse con l'utilizzo di panni bagnati, il divieto di stendere il bucato all' esterno o addirittura chiusura delle scuole degli uffici ad esempio.

Fermo restando che, da quanto appreso in una nota del Sindaco, sarebbe stato ottimale fare i lavori a settembre del 2020 in concomitanza con la già prevista fermata del petrolchimico, con conseguente accensione programmata delle torce, una sola volta invece che due, noi siamo convinti che occorra sin da subito programmare la riconversione verso produzioni che siano sostenibili e che tutelino la salute e il lavoro, per evitare quanto successo a Taranto. Per questo appoggiamo le richieste del Sindaco al Governo Nazionale e alla Regione Puglia "che la questione ambientale di Brindisi venga messa al centro di un programma di interventi straordinari finalizzati alla riconversione dei cicli produttivi che insistono sul nostro territorio." I temi della riconversione ecologica delle aree contaminate per la presenza di impianti industriali e il sostegno a settori industriali basati sull'innovazione e sull' economia verde, sono oggi una priorità per il nostro territorio, per troppo tempo posto con le spalle al muro nella difficile scelta tra lavoro, ambiente e salute. Invitiamo a sostenere le nostre attività e ad aderire al progetto di Europa verde tramite il sito www.verdi.it”.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
06/12/2019
BRINDISI - L’8 dicembre è la giornata ...
Ambiente
04/12/2019
Per la tutela della Piana degli Ulivi Monumentali dall’avanzare del batterio ...
Ambiente
28/11/2019
BRINDISI - Ci sarà anche il Movimento No Tap della ...
Ambiente
26/11/2019
BRINDISI - Lo hanno sentito tutti, tanto da svegliarsi nel ...
BRINDISI - Oggi nel porto di Brindisi è arrivato Babbo Natale: ad accoglierlo tanti bambini e bambine ...