Caso Cucchi, Francesco Tedesco assolto per l’omicidio, ma condannato per falso Il brindisino

venerdì 15 novembre 2019

 ROMA -  una confessione ha cambiato il destino del processo Cucchi e ora la Corte d’Assise ha deciso che si trattò di omicidio preterintenzionale.  Alessandro di Bernardo e a Raffaele D’Alessandro sono stati condannati a 12 anni per la morte del giovane geometra Stefano Cucchi, fermato per droga e massacrato di botte in una caserma dei carabinieri. Sono passati anni pieni di menzogne e falsità prima di raggiungere la verità. Il carabiniere brindisino Francesco Tedesco, che ha contribuito a ristabilire la verità su quell’ottobre 2009, é stato condannato per falso e dovrà risarcire la famiglia. Oggi sappiamo che Cucchi fu ucciso, grazie alla confessione di un brindisino: la verità ha trionfato.  

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
08/12/2019
I Carabinieri della Compagnia di Fasano hanno effettuato un ...
Cronaca
07/12/2019
BRINDISI - Ancora armi non denunciate, abusive o di ...
Cronaca
04/12/2019
BRINDISI - Picchia la madre  e viene denunciato e allontanato dalla casa familiare. ...
Cronaca
28/11/2019
BRINDISI - Ladri a mani vuote nel notte: volevano fare il ...
BRINDISI - Oggi nel porto di Brindisi è arrivato Babbo Natale: ad accoglierlo tanti bambini e bambine ...