Intercettate 4 tonnellate di "cetrioli di mare" diretti in Grecia: un disastro ambientale

martedì 1 ottobre 2019

 FASANO - Chissà quante altre volte l'hanno fatta franca, ma questa volta è andata male: la guardia di finanza ha bloccato un camion pieno zeppo di oloturie, dei cetrioli marini fondamentali per l'habitat marino. Questa volta dai fondali della Puglia ne sono state portate via 4 tonnellate in oltre 200 secchi, grazie alla pesca di frodo che sta devastando il mare. Ieri sera il mezzo è stato bloccato dalla guardia costiera della Direzione Marittima di Bari. Gli oloturoidei sono una classe di echinodermi diffusi sui fondali marini, che hanno un corpo cilindrico allungato. L'autoarticolato si era imbarcato a Brindisi per portare tutto in Grecia, ma il piano è saltato grazie alle forze dell'ordine. La pesca dei cetrioli di mare è vietata da un decreto ministeriale del 2018. L'ecosistema viene messo costantemente a rischio dalla pesca di frodo, un fenomeno criminale da combattere con ogni mezzo. 

Altri articoli di "Animali"
Animali
14/03/2020
Nella mattinata di ieri, un Carabiniere in servizio a ...
Animali
01/03/2020
BRINDISI- L’inverno presto cederà il passo ...
Animali
24/02/2020
BRINDISI - La colonia felina, gruppo di gatti liberi, dev'essere registrata in Comune ed ...
Animali
23/02/2020
La sopravvivenza delle api, sempre più minacciata dalle pressioni ambientali, ...
«No Bomb, Yes Love» è il concerto di Eugenio Finardi, Bungaro, Raffaele Casarano e Mirko Signorile ...